I quartieri più “Hipster” del Mondo

pesso laureato, appassionato di cinema e musica non mainstream, attento alla natura e spesso vegetariano o vegano

L’hipster perfetto è spesso laureato, appassionato di cinema e musica non mainstream, attento alla natura e spesso vegetariano o vegano. Ebbene, per tutti coloro che sono e si considerano hipster, ecco una carrellata dei 10 quartieri sparsi per il mondo dove si potranno sentire decisamente a casa.

Riga, il quartiere di Miera Iela

Il viaggio alla scoperta dei 10 quartieri più hipster del mondo non può che cominciare da Miera Iela. Quartiere di Riga tra i più affascinanti grazie al gran numero di negozi dove a dominare è il vintage e anche grazie a luoghi come librerie dove si può anche mangiare o fiorai che insieme ad una pianta offrono una tisana.

Williamsburg, il quartiere hipster per eccellenza della Grande Mela

Ovviamente parlando dei quartieri più hipster del mondo non si può non citare Willamsburg, il quartiere hipster per eccellenza della Grande Mela. In questo quartiere sono davvero tanti i luoghi da non perdere e si può citare a mero titolo di esempio Smorgasburg, uno dei food market alternativi più famosi di tutta la città.

Kreuzberg a Berlino

Quartiere Kreuzberg a Berlino. Photo Credit: Blog Only-apartments

Tornando in Europa, per tutti coloro che volessero visitare il quartiere “hipster” per eccellenza del Vecchio Continente, basterà recarsi a Berlino, precisamente a Kreuzberg. Questo è senza dubbio il quartiere più alternativo della capitale tedesca e d’Europa: basti pensare ad esempio ad un campo da minigolf che non solo è fosforescente, ma è anche sotterraneo.

Pearl District, quartiere di Portland, città più eco-friendly di tutti gli USA

Portland Hipster. Photo Credit: Barstool Sports

Tornando nuovamente dall’altra parte del mondo, in una carrellata del genere non può ovviamente mancare un quartiere di Portland, considerata la città più eco-friendly di tutti gli USA. Ebbene, risulta complicato, in una città del genere, decretare quale sia il quartiere più hipster, ma probabilmente tale titolo spetta al Pearl District, che è una sorta di paradiso per quanti amano libri e musica alternativi.

Stoccolma e precisamente nel quartiere di Sodermalm

quartiere di Sodermalm, Stoccolma. Photo Credit: South China Morning Post

In questo continuo avanti ed indietro tra Europa e Stati Uniti, arriva il momento di fare tappa a Stoccolma e precisamente nel quartiere di Sodermalm. Qui vintage e modernità si incontrano in un mix perfetto, come testimoniano i negozi vintage da un lato e i continui dj-set dall’altra. Molto interessante è la grande diffusione di negozi di biciclette.

Il quartieri di Dalston e di Amsterdam-Noord

Si rimane in Europa e non si può che farlo per parlare dei quartieri di Dalston e di Amsterdam-Noord. Il primo è il quartiere hipster di Londra per eccellenza, grazie ai negozi di abiti usati e di dischi in vinile che si trovano praticamente ad ogni angolo di strada. Molto interessante è il Farm, negozio che si caratterizza per il fatto di essere il primo esempio di agricoltura urbana in Europa. Il secondo è ovviamente il punto di ritrovo degli hipster di tutta Amsterdam e in quelli che un tempo erano magazzini industriali oggi si trovano ristoranti e negozi. Questo quartiere è molto noto anche perchè qui si svolgono diversi festival musicali alternativi e perchè le start-up olandesi spesso nascono qui.

Fitzroy, quartiere della splendida città australiana di Melbourne

Quartiere di Fitzroy, Melbourne. Photo Credit: ETSY Explores

Parlando dei quartieri più hipster del mondo, bisogna ovviamente citare anche quello di Fitzroy, quartiere della splendida città australiana di Melbourne. Il simbolo di questo quartiere? Senza dubbio il Centro della Fotografia Contemporane, senza però dimenticare il Third Drawer Down, un negozio che vende oggetti decisamente eccentrici, come ad esempio una custodia per iPhone a forma di banana.

Kallio a Helsinki e Mission District a San Francisco

Gli ultimi due quartieri che si meritano di essere inseriti tra i 10 più hipster del mondo sono quello di Kallio e il Mission District. Il primo è un quartiere di Helsinki, in Finlandia, dove si può davvero toccare con mano un mondo alternativo e liberale. Il secondo è invece uno dei quartieri più antichi di San Francisco e il suo segno distintivo sono i graffiti, che praticamente si trovano su ogni muro del quartiere. E non poteva quindi che esserci un museo dedicato proprio a questa forma d’arte, ovvero il Precita Eyes Museum che tra i musei alternativi sparsi per il mondo è senza ombra di dubbio uno dei più affascinanti ed interessanti da scoprire nel corso di una vacanza.

Potrebbe interessarti anche:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here