Capitali Europee piatti tipici – Parte seconda

1
30

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta di Capitali Europee piatti tipici, dedicato non solo a chi ama viaggiare e visitare città di rilevata importanza, ricche di storia e cultura. Ma soprattutto a chi vuole conoscere le tradizioni culinarie di ogni luogo, per non lasciarsi sfuggire i sapori tipici delle terre visitate.

Abbiamo già citato cinque Capitali Europee nel precedente articolo “Capitali Europee cosa mangiare – Parte prima“. Proseguiamo con altre cinque capitali, selezionate tra quelle più visitate dai turisti.

Prenota subito il tuo volo! Scopri le fantastiche offerte di VOLAGRATIS! Scopri ora!

728x90 Voli 2015

Capitali Europee piatti tipici: Londra.

London calling e i turisti rispondono. La città londinese è la meta più ambita dai giovani alternativi alla ricerca dell’unconventional. Il classico tour prevede un viaggio sui famosi bus rossi a due piani, un giro sulla ruota panoramica del London Eye, la visita di Buckingham Palace e lo shopping sfrenato a Camden Town.

Capitali Europee piatti tipici - Parte seconda
Impossibile rinunciare al tour di Londra sui famosi bus a due piani! Foto da web

Non solo fast food e cucina etnica, anche Londra ha i suoi piatti tipici. Il Sunday Roast, nato nello Yorkshire negli anni della Rivoluzione industriale è il tradizionale piatto della domenica: un arrosto di carne cucinato “on the bone”, con l’osso e con patate al forno, verdure al vapore e salsa gravy.

Capitali Europee piatti tipici - Parte seconda
Il piatto tipico della domenica a Londra è il Sunday Roast. Foto da web
Capitali Europee piatti tipici: Berlino.

Berlino è la città industrial per eccellenza. Qui si amalgamano diversi gruppi sociali come goth, metallari e punk. Il segreto del suo fascino è l’assoluta aria di libertà che si respira. Ciò la rende una meta ambita dai giovani alternativi. Ma la città è apprezzata anche per la sua storia e la vita notturna. Imperdibili sono il Muro di Berlino, la Porta di Brandeburgo e il Memoriale per gli Ebrei.

Capitali Europee piatti tipici - Parte seconda
Oggi i resti del muro sono presenti in pochi tratti di Berlino e sono famosi per i loro grafiti.

Chi visita Berlino deve obbligatoriamente mangiare un classico bockwurst in un ristorante locale. Non è altro che un wurstel ripieno di carne di maiale che si aggiunge alla classica carne di vitello. Oggi il Bockwurst è realizzato con un intero mix di carni, ma ne esiste anche una versione più raffinata a base di pesce.

Capitali Europee piatti tipici - Parte seconda
Il bockwurst è una delle più popolari salsicce tipiche della cucina tedesca, inventata nel 1889 dal ristoratore R. Scholtz di Berlino. Foto da web

Approfitta degli esclusivi pacchetti ALPITOUR e prenota subito la tua vacanza! Scopri ora!

Canarie 728x90

Capitali Europee piatti tipici: Vienna.

La capitale austriaca è una piccola bomboniera di bellezza. E’ amata per la sua urbanistica curata e pulita e per i numerosi luoghi di interesse come il Museo dedicato alla Principessa, il Castello del Belvedere e il Duomo di Vienna.

Capitali Europee piatti tipici - Parte seconda
Il Castello del Belvedere rappresenta uno dei capolavori dell’architettura barocca austriaca e una delle residenze principesche più belle d’Europa. Foto da web

Lo schnitzel viennese è forse il simbolo della cucina austriaca. Molto simile alla nostra cotoletta alla milanese. E’ possibile ordinarla sia di maiale che di manzo. È tuttora il piatto più diffuso. Alcuni ristoranti sono famosi per avere il migliore schnitzel della città e ricordano come sin dai primi anni del 900 facesse già parte dei propri menu!

Capitali Europee piatti tipici - Parte seconda
La Wiener Schnitzel è una specialità della cucina viennese, consistente in una sottile fetta di vitello impanata e fritta nello strutto
Capitali Europee piatti tipici: Non Madrid… ma Barcellona!


Ebbene si, non è una capitale europee, ma la città è particolarmente amata dagli appassionati di architettura, cultura, divertimento… Proprio in questa città nasce e si esplica il talento di Gaudì. Passare un weekend a Barcellona significa immergersi in una maratona architettonica grazie alla Sagrada Familia, Casa Milà, Casa Batllò e La Rambla. E alla sera il divertimento continua grazie alla movida spagnola che non dorme mai.

Capitali Europee piatti tipici - Parte seconda
La Rambla. Il fascino di questo splendido viale è dato dalla sua vivacità, dai colori che lo dipingono e dai volti che lo animano. Foto da web

Il piatto più tradizionale e più semplice è il Pa amb tomaquet ossia pane con pomodoro. Per quanto possa sembrare un piatto decisamente comune, il pan con tomate è una delle tapas preferite dai catalani e non solo. Soprattutto si distingue da quella che può sembrare una semplice bruschetta, per il modo in cui il pane viene preparato. Il pomodoro non viene tagliato a pezzettini. Ma viene solitamente tagliato a metà e strofinato direttamente sulla fetta di pane a cui poi si aggiungono olio ed un po’ di sale. Importante è la scelta del pane. Generalmente a Barcellona viene utilizzato il pan de coca, simile alla nostra focaccia ma più croccante, o la baguette.

Capitali Europee piatti tipici - Parte seconda
Spesso al Pa amb tomaquet si accompagna qualche fettina di fuet, il salame catalano più conosciuto. Foto da web

Scopri un mondo di possibilità! Visita il sito Booking.com e scegli la tua destinazione. Scopri ora!
728 x 90 IMU Leaderboard

Capitali Europee piatti tipici: Amsterdam.

La capitale dei Paesi Bassi è una meta irrinunciabile da vedere grazie alle tante attrazioni. Chi arriva alla Stazione Centrale rimane solitamente a bocca aperta alla vista del cosiddetto “palazzo delle biciclette”. Una struttura soggetto preferito di molti fotografi e dove ogni giorno migliaia di persone parcheggiano la propria bici prima di prendere il treno. Da visitare assolutamente sono la Casa di Anna Frank, il Museo di Van Gogh, l’Heineken Experience e i numerosi Coffee Shop che vi faranno respirare nuova aria.

Capitali Europee piatti tipici - Parte seconda
La vecchia fabbrica dell’Heineken è una tappa imperdibile per gli amanti della famosa bionda d’Olanda. Foto da web

Il formaggio, senza dubbio uno dei protagonisti della cucina olandese. Tra i formaggi più popolari, il secondo le statistiche uno dei formaggi più mangiati al mondo, che prende il nome della cittadina omonima, a Sud di Amsterdam, dove veniva originariamente commerciato. A fette in un sandwich, oppure come bocconcini per accompagnare una birra fresca o del buon vino, a voi la scelta.

Capitali Europee piatti tipici - Parte seconda
Abituati a vivere in un paese punteggiato di fattorie e mucche, gli olandesi hanno una naturale passione per il buon formaggio. Foto da web

Non vi resta che scegliere quale città visitare per prima! Io la mia scelta l’ho fatta, e tu?!

Potrebbe interessarti anche:

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here