Corfù, l'isola meta di Ulisse e amata dalla principessa Sissi

Non è difficile immaginare perché l’imperatrice d’Austria Elisabetta si innamorò di Corfù a tal punto da farvi costruire la sua residenza per le vacanze. Questa è una delle più belle isole della Grecia a largo del Mar Ionio. Il fascino di Corfù risiede nel mare cristallino, nelle spiagge nascoste tra le rocce, e soprattutto nella florida vegetazione che colora di verde l’intera isola.

Il centro storico di Corfù

corfù
Città di corfù (corfugrecia.com)

Oltre alla bellezza naturale del posto che rende l’isola un paradiso terrestre, anche il centro storico riserva molte sorprese, dal 2007 Patrimonio dell’UNESCO. La città vecchia è un piccolo gioiello che vede fondersi l’antica arte bizantina e quella veneziana. Il centro si snoda in una sorta di labirinto fatto di stradine lastricate e ampi scorci panoramici, delimitata all’interno di due fortezze e circondata dalle antiche mura.
La sua posizione strategica nel Mediterraneo ha sempre attirato nel corso dei secoli l’interesse di molti conquistatori che non hanno mancato di lasciare traccia del loro passaggio sia nella pianta urbanistica, sia nell’impronta architettonica della città di Corfù.

La Spianada

[travel]

Una tappa d’obbligo durante la passeggiata per la città è la piazza della Spianada con il suo lungo viale porticato. Centro nevralgico della vita dei residenti oltre che dei turisti di passaggio.
La Spianada di Corfù è una grande area verde che separa la città dalla fortezza vecchia; il suo nome è dovuto dalla completa assenza di edifici.
E’ stata creata sotto la dominazione veneziana quando sono stati abbattuti i palazzi ottenendo un’ampia area di fuoco per i cannoni della Vecchia Fortezza per la difesa della città. Qui si svolgono numerosi eventi di carattere religioso e mondano.

La chiesa in mezzo al mare

corfù
isola di Pontikonissi (http://turistipercaso.it)

Sull’isola di Pontikonissi sorge un unico edificio, ovvero la chiesa dedicata a Pantocrator.
Secondo un’interpretazione dell’Odissea questa isola sarebbe la nave di Ulisse che venne trasformata in roccia da Poseidone. Secondo un’altra leggenda, invece, sarebbe lo scoglio su cui la nave di Ulisse si schiantò durante una tempesta. Corfù si dice sia stata l’ultima meta dell’eroe prima di arrivare ad Itaca.
La cappella bizantina che si trova sulla sommità dell’isola racchiude le lapidi che commemorano la visita nel 1800 dell’Imperatrice Elisabetta d’Austria e dell’arciduca Rodolfo.

Sidari

Corfù
Sidari photo credit Alessio Alessandrini

E’ un pittoresco villaggio a nord-ovest dell’isola, meta preferita dai turisti per le sue bellissime spiagge. Ciò che rende questo borgo molto interessante è senza ombra di dubbio il Canal D’Amour, una zona con formazioni rocciose dalle diverse tonalità di giallo sormontate da molta vegetazione che formano una serie di meravigliose baie e canali. Questa area è una delle principali attrazioni dell’isola e secondo la tradizione le coppie che attraversano nuotando lo stretto canale si sposeranno presto.

L’Achilleion

Corfù
Achilleion photo credit Alessio Alessandrini

Un nome che inequivocabilmente esprime l’amore che la proprietaria di questa magnifica tenuta provava per i poemi epici e in particolare per Achille, il suo eroe preferito. L’imperatrice d’Austria Elisabetta, meglio conosciuta come Sissi, è una personaggio storico molto interessante soprattutto per la travagliata vita di corte che ha dovuto affrontare dopo il matrimonio con Francesco Giuseppe d’Austria. I problemi di salute la spinsero più volte a lasciare il marito per mete lontane dove potersi “disintossicare” dall’oppressione della casa reale.

E’ nel 1889 che Elisabetta decise di acquistare questa villa a Gastouri. La tenuta, grazie al lavoro di due architetti italiani, venne trasformata in un  magnifico palazzo in stile neoclassico. Questa decisione giunse in seguito ai fatti di Materling, che videro la morte dell’unico figlio maschio, il Principe Ereditario Rodolfo d’Austria.

Amante della cultura e della lingua greca fece sistemare nel giardino le statue dei suoi poeti preferiti e le figure della mitologia classica. L’intera struttura sembra portare i visitatori in un’altra epoca. Le statue, le sculture, gli affreschi e i giardini verdeggianti ricreano una location da favola degna di una principessa, con uno stile classico tipico della cultura greca.

[amazon_link asins=’B00K6VR09W’ template=’ProductCarousel’ store=’cu02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ 93466d28-9957-11e7-bdde-77b9358209ce’]

Potrebbe interessarti anche:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here