Benvenuti sull' Isola di Aruba, un eden incontaminato conosciuto anche come "Isola della Felicità"

Isola di Aruba. Spiagge mozzafiato, distese immense di sabbia soffice come talco, un mare dai riflessi turchesi e blu cobalto. Rocce alte e frastagliate, circondate dalla ricca vegetazione caraibica. Benvenuti ad Aruba, un eden incontaminato e selvaggio conosciuto anche con l’appellativo di Isola della Felicità.

Fenicotteri Rosa sulla spiaggia dell’Isola di Aruba. Photo Credit: Myholidayguru

Se qualcuno si chiedesse il perché di tale nomignolo, basterebbe semplicemente guardarsi intorno. Le spiagge di Aruba sono immense, dall’aspetto primordiale e selvaggio, baciate costantemente dal sole e lambite dalle acque incontaminate del Mar dei Caraibi. Il luogo perfetto per fare snorkeling, kitesurf e i più gettonati tra i giochi acquatici.

Il fascino senza tempo dell’ Isola Aruba

Meravigliose spiagge di sabbia finissima sull’Isola di Aruba. Photo Credit: TgTourism

Un viaggio in questa terra così antica e misteriosa, ricca di incisioni rupestri lasciate dai suggestivi sciamani Caquetios tra i primi abitanti dell’isola. Gli spettacolari scenari paesaggistici e la prelibata gastronomia locale, rendono Aruba una delle destinazioni più in voga degli ultimi anni. Qui dove pare che il tempo si sia fermato in un lungo istante d’infinito, dove il cielo e il mare sembrano diventare l’uno il prolungamento dell’altro. Annoiarsi è assolutamente impossibile. Situata nella parte più meridionale dei Caraibi, con una temperatura costante di 28 gradi tutto l’anno, rinfrescata dai dolci venti alisei. Aruba è l’isola perfetta per le vacanze di tutta la famiglia, anche grazie alla presenza di resort e hotel disseminati lungo Eagle Beach, annoverata tra le spiagge più belle al mondo da TripAdvisor.

la spiaggia più bella del Mondo sull’Isola di Aruba. Photo Credit: Sensi del Viaggio

Alla scoperta delle spiagge dell’ Isola di Aruba

In un’isola paradisiaca come Aruba, va da sé che la principale attrazione del luogo sia costituita dalle sue spettacolari spiagge. Eagle Beach, la più nota e fotografata di Aruba. Offre al turista uno spettacolo senza pari. La soffice sabbia colori avorio, il mare turchese, i classici ombrelloni di paglia e i Divi Divi, o Fofoti. I Tradizionali alberi piegati di Aruba e i nidi delle tartarughe marine, fanno di Eagle Beach il luogo perfetto in cui crogiolarsi al sole e per cimentarsi con le immersioni subacquee.

Black Stone Beach, Isola di Aruba. Photo Credit: blog Traveltik

Per lasciarsi cullare dalla tranquillità e dal silenzio, la spiaggia di Andicuri è davvero l’ideale. Le coste frastagliate e le scogliere a picco sul mare proteggono un piccolo paradiso naturale. Situato a poca distanza dalla mozzafiato ma non balneabile Black Stone Beach. Uno dei simboli dell’isola, il Ponte Naturale di pietra calcarea. Benché ciascuna, a suo modo, sia spettacolare, nel novero delle spiagge più belle di Aruba non possiamo dimenticare Boca Prins. Riservata solo ai nuotatori più esperti a causa delle forti correnti che caratterizzano questo lato dell’isola. Hadicurari Beach, imperdibile per le sfumature turchesi che assumono le sue acque attraversate dal sole. Wariruri Beach, il vero paradiso per i surfisti provenienti da ogni angolo di mondo. Boca Catalina, il buen retiro delle famiglie che viaggiano con i bambini al seguito.

Esplorare l’ Isola di Aruba a 360°

tartaruga sull’Isola di Aruba. Photo Credit: Viaggiare News

Grazie alla particolare posizione geografia a 20 chilometri dalle coste del Venezuela e situata al di sotto della fascia degli uragani, non è difficile scegliere cosa vedere. Oltre alle spiagge, infatti, c’è molto di più. Tra le principali attrazioni dell’isola spicca il Parco Nazionale Arikok. Questa selvaggia e incontaminata riserva naturale, occupante circa un quinto della superficie dell’isola. Le grotte Guardarikiri, Fontein e Huliba, ricche di antiche e primordiali incisioni rupestri.L’ Isola di Aruba ospita sentieri protetti, formazioni rocciose, siti storici e, soprattutto, flora e fauna davvero incredibili. Pipistrelli, capre, rettili, civette e uccelli caraibici, camminano e volano indisturbati tra rocce laviche e di quarzo, tra cui crescono sia fiori spontanei sia in via d’estinzione.

Potrebbe interessarti anche:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here