Sai qual è il simbolo di Lisbona? Scopri la storia della Torre di Belem

Patrimonio dell’Umanità, al centro di uno dei luoghi più suggestivi di Lisbona sorge la Torre di Belem. Ecco il simbolo storico della città portoghese.

La torre simbolo di Lisbona

Torre di Belem
Torre di Belem (foto by Pixabay)

Sulle rive del Tago sorge il simbolo storico della città di Lisbona. Passeggiando lungo la vecchia spiaggia di Restelo, difatti si può incontrare la Torre di Belem. Il luogo in cui è stata eretta è storicamente famoso, soprattutto per essere il porto da cui le caravelle sono partite nelle loro spedizioni verso altri continenti. Immersi tra un panorama bellissimo ed il sapore della storia è possibile ammirare uno dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO più importanti.

Storia della torre di Belem

La torre di Belem risale al XVI secolo, essa è stata costruita fortezza per proteggere l’ingresso al porto attraverso il Tago. Nel corso del tempo, il suo fine d’uso è stato modificato a seconda del bisogno. Infatti, successivamente da torre difensiva è stata mutata in centro di raccolta delle imposte e poi utilizzata come carcere.

I lavori di costruzione della torre sono iniziati sotto il regno di Manuel I. I lavori erano stati affidati all’architetto Francisco de Arruda, la cui mano la si può riconoscere tempestivamente dalla decorazione in stile arabo. L’architetto, difatti, aveva vissuto esperienze lavorative in Marocco prima di realizzare quest’opera. Dunque, le rifiniture arabeggianti sono espresse negli archi, nei balconi e nelle cupole della torre.

Visitare la torre di Belem

Oggi la torre è aperta al pubblico, per permettere a tutti di ammirarne la maestosità. All’interno della struttura possiamo osservare due elementi principali: la torre e il baluardo. La torre si snoda su cinque piani:

  • nei primi tre piani si trovano la Sala del Governatore, la Sala dei Re e la Sala delle udienze;
  • nel quarto piano vi è stata realizzata una cappella;
  • nel quinto piano, invece, c’è il terrazzo della torre.

Per accedere al monumento occorre attraversare il bastione, camminando lungo una passerella. In esso possiamo evidenziare alcune sculture di San Vicente, il patrono di Lisbona.

La vera bellezza della torre, però, la si riscontra proprio nella sua decorazione esterna. La vera particolarità di questo monumento è scolpita nella pietra, con gallerie e torri di avvistamento, merlature sotto forma di scudi e elementi naturalistici che alludono alle nuove colonie.

Potrebbe interessarti anche:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here