Scopri Berlino in 5 giorni, il cuore pulsante dell'Europa

0
8

Berlino è indubbiamente il cuore pulsante dell’Europa e visitarla tutta in 5 giorni risulta decisamente complesso. Tuttavia in tale lasso di tempo si può catturane sicuramente l’essenza. Inoltre è molto interessante cogliere quelle che ancora oggi sono le differenze tra la parte Ovest di Berlino e quella Est, per quasi 30 anni divise dal Muro.

Primo Giorno

East Side Gallery, Berlino. Photo Credit: Tes

Considerando che metà della prima giornata andrà quasi certamente persa per arrivare in città e sistemarsi in albergo. Il primo giorno può essere dedicato completamente alla visita di ciò che resta del Muro di Berlino. Simbolo della Guerra Fredda che ha diviso in due la Germania per tanto tempo. Il Muro di Berlino venne edificato nell’agosto dl 1961 e cadde nel novembre del 1989. Oggi ne resta solo un km, che è stato utilizzato letteralmente come tela da writers di tutto il mondo. In alcuni casi hanno dato vita a vere e proprie opere d’arte. Parte di questi graffiti sono stati raccolti nella East Side Gallery, vero e proprio museo all’aperto che è fiore all’occhiello della cultura a Berlino.

Secondo Giorno

Reichstag, Sede del Parlamento Tedesco. Photo Credit: Wikimedia Commons

Il secondo giorno a Berlino ci si può recare al Reichstag, luogo simbolo della caduta del Nazismo. Questa è la sede del Parlamento e ovviamente porta i segni del Secondo Conflitto Mondiale. Il tour può continuare poi con la Porta di Brandeburgo, la cui costruzione risale al 1788 e fu voluta da Gugliemo II. Da cui parte una delle strade più note della città, ovvero quella che conduce a L’Isola dei Musei di Berlino, vero e proprio gioiello architettonico in mezzo al Reno e che ospita ben 5 poli museali. Il più risalente è l’Altes Museum, edificato nella prima metà del 1830 e che consente di scoprire molto del periodo storico che va dagli antichi Greci ai Romani. Lo stesso si può dire, con l’aggiunta di reperti che arrivano direttamente dall’Antico Egitto, con il Neues Museum, mentre l’Alte Nationalgalerie fa compiere un viaggio nella cultura tedesca del XIX secolo e nell’impressionismo. Infine, vi sono il Bode Museum e il Pergamon Museum, che piaceranno rispettivamente agli amanti delle monete e, ancora uan volta, della storia antica.

Terzo Giorno

Sony Center am Potsdamer Platz. Photo Credit: Potsdamer Platz

Il terzo giorno può iniziare con un salto nella modernità, che può avvenire grazie a Postdamer Platz, che è senza dubbio uno dei simboli della Berlino che guarda al futuro, con la sua forma particolare e gli edifici decisamente futuristici che vi hanno trovato spazio, come ad esempio il Sony Center. La giornata può poi proseguire con una rilassante passeggiata all’interno del Tiergarten, che è uno degli spazi verdi più grandi e importanti della città, per poi terminare a Charlottenburg, il quartiere per eccellenza dello shopping berlinese

Quarto Giorno

Alexander Platz, Torre della TV, Berlino. Photo Credit: Buonivacanza

Il quarto giorno deve essere assolutamente dedicato alla parte Est di Berlino e il tour può cominciare senza dubbio dalla a suo modo affascinante Alexander Platz, che ancora oggi conserva l’architettura di una piazza tipica dei regimi socialisti degli anni della Guerra Fredda. L’edificio più importante è sicuramente la Torre della TV, che si innalza per 365 metri. Nel corso della giornata si può visitare il Museo della DDR e, tornando verso la Porta di Brandeburgo, il Memoriale dell’Olocausto.

Quinto Giorno

Checkpoint Charlie, Berlino. Photo Credit: MyCityHighlight AG

L’ultimo giorno può essere dedicato alla riproduzione del noto Checkpoint Charlie, luogo dove si svolse uno degli episodi più noti della Guerra Fredda. Infine, prima di salutare Berlino, si può trovare il tempo per visitare il suo Duomo, fulgido esempio del barocco e luogo di culto di grandissima importanza per tutti i berlinesi.

La Gastronomia di Berlino

Schnitzel, Piatto tipico di Berlino. Photo Credit: scheers-schnitzel.de

Per un pranzo veloce da consumare in strada andrà benissimo il currywurst, che altro non è che wurstel immerso in curry e salsa di pomodoro. Infine, la sera a cena, vale la pena provare almeno una volta la schnitzel, che altro non è che la tipica cotoletta impanata.

Potrebbe interessarti anche:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here