Verso Oriente: Kastellorizo, l’isola del film Mediterraneo

0
18

Uno scoglio in mezzo al mare lontano, nel viaggio verso oriente. Una punta di terra proprietà di un popolo che di storia ne ha vissuta e scritta molta. Scenario di tanti spettacoli e film: Kastellorizo l’isola di Mediterraneo.

Kastellorizo l’isola di Mediterraneo

Kastellorizo l’isola di Mediterraneo
“Mediterraneo” di Gabriele Salvatores (http://www.ecodelcinema.com)

«In tempi come questi, la fuga è l’unico mezzo che rimane per mantenersi vìvi e continuare a sognare»

Henri Laborit

Mediterraneo è un film del 1991 vincitore di un premio Oscar come miglior film straniero. Nato dal regista Gabriele Salvatores, è la storia della II Guerra Mondiale, vista da giovani soldati italiani mandati nelle acque greche come “strategia di sorveglianza” per controllare il Mar Mediterraneo. Questi giovani “combattenti” (interpretati da Diego Abatantuono, Claudio Bisio e Giuseppe Cederna) vengono spediti, e abbandonati, su quest’isola dimenticata da tutti. Dalla pellicola emerge il lento processo che dalla paura e il disagio di vivere lontano da tutti e tutto porta alla serenità e pace dell’essere isolati.

Questo è un po’ quello che accade intraprendendo questo viaggio. Arrivare sull’isola di Kastellorizo fa questo effetto. Dapprima ci si ritrova spaesati sconfortati dal nulla che la circonda. Dopo, però, la solitudine lascia lo spazio alla pace interiore e alla totale serenità.

L’isola di Kastellorizo

Kastellorizo l’isola di Mediterraneo
Kastellorizo l’isola di Mediterraneo (http://blog.barrheadtravel.co.uk)

Kastellorizo l’isola di Mediterraneo, conosciuta anche con il nome Megisti, è lontana dalla Grecia. È l’ultima isola prima di Cipro e della Turchia. Penultima roccaforte greca, presenta un paesaggio meraviglioso. Il film Mediterraneo è stato ambientato al porto dell’isola: una vera e propria bomboniera mediterranea.

[travel]

Essendo il primo angolo “d’Occidente”, come accade per la nostra Lampedusa, spesso è teatro di immigrazioni clandestine. Anche qui come in Italia, l’esercito cerca sempre di aiutare chi ne ha bisogno, mettendo comunque al sicuro la popolazione autoctona. Popolazione poco numerosa e che, per la gioia di molti, vive quasi senza l’uso di automobili. Su tutta l’isola c’è un solo taxi che fa da spola tra le zone abitate e il piccolo aeroporto. Questo dettaglio, da non sottovalutare, rende l’isola un posto ancor più curioso da visitare. Soprattutto coloro che hanno bisogno di un momento per staccare la spina, questo è il luogo ideale.

Cosa vedere a Kastellorizo

Kastellorizo l’isola di Mediterraneo
cosa vedere a Kastellorizo (http://www.travelfar.it)

Kastellorizo è un’isola dal completo fascino mediterraneo. È il luogo dove l’ozio ed il relax fanno da padrone, ma sempre con le dovute comodità. Sull’isola, soprattutto sul lungomare, si possono fare lunghe passeggiate, rilassarsi leggendo un libro, oppure andare a visitare le meravigliose grotte. La cucina è particolare, ma all’altezza di soddisfare ogni richiesta. Nelle zone più “turistiche” vi è la possibilità di collegarsi al WI-FI. Il porticciolo, oltre a presentare le classiche caratteristiche di porti mediterranei, ospita il Castello dei Cavalieri di San Giorgio che fa da padrone con la vista che propone dalle sue finestre e terrazze. Infatti dal castello si può affacciarsi direttamente nell’acqua cristallina del mare sottostante. Si può tranquillamente alloggiare sull’isola, ma previo prenotazione, dato il limitato numero di posti letto.

Potrebbe interessarti anche: