Viaggio alla scoperta dei Buddha scolpiti nella Roccia

0
17

Tra i monumenti più affascinanti al mondo, vero e proprio simbolo dell’ingegno dell’uomo, ve ne sono alcuni che molti viaggiatori ancora non conoscono e che tuttavia meriterebbero di essere visti almeno una volta nella vita. Un esempio di quanto appena detto sono sicuramente i Buddha scolpiti nella Roccia. Vere e proprie mastodontiche opere umane, create centinaia di anni fa e giunte integre fino a noi.

Il Buddha di Leshan Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco

Buddha di Leshan. Photo Credit: Cadmo Viaggi

Tra le opere di questo tipo si potrebbe cominciare il proprio viaggio dal Buddha di Leshan. Questa gigantesca statua si innalza per 71 metri e ha una larghezza di quasi 30 metri. Per gli amanti della precisione nelle cifre, questa statua ha una larghezza di 28 metri. Si trova sul lato di una scogliera di Leshan. Questa statua davvero immensa per dimensioni è circondata da altre statue, di minore dimensione, che la rendono ancora più affascinante. Per capire la maestosità di quest’opera dell’ingegno umano basta pensare al fatto che è alta come un palazzo di 25 piani. La sua creazione ebbe inizio nel 713 d.C per volere di un monaco cinese. Pensava in questo modo di riuscire ad aiutare le navi che si trovavano a percorrere i fiumi circostanti. All’epoca erano decisamente difficili da navigare.

Buddha di Leshan. Photo Credit: Easyviaggio

Il progetto era così importante per il monaco che decise di concretizzarlo. Secondo alcune antiche leggende arrivò ad accecarsi quando i governanti del tempo decisero di tagliare i fondi per la costruzione della statua. Con questo gesto voleva dimostrare la sua convinzione relativamente al fatto che la statua avrebbe raggiunto il suo scopo, ovvero rendere le acque dei fiumi meno pericolose. Alla fine la costruzione della statua del Buddha di Leshan terminò nell’803 d.C grazie all’aiuto dei suoi seguaci. Quest’opera decisamente affascinante è entrata nel 1996 a far parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Si può dire che ad oggi, questo simbolo del buddismo abbia raggiunto il suo scopo. Considerando che la sua costruzione ha portato come conseguenza ad una deviazione dei corsi d’acqua sottostanti. Che con il tempo sono diventati navigabili.

Un tempio Buddhista scavato nella roccia

Buduruwagala. Photo Credit: Wikimedia Commons

Tuttavia, parlando di Buddha scolpiti nella roccia non si può non ricordare anche il sito che si trova a Ayobowan, realtà dello Sri Lanka davvero affascinante. Quest’isola è famosa per la presenza di diversi luoghi di culto buddisti. L’attrazione più interessante risulta sicuramente il sito di Buduruwagala. Si caratterizza per il atto di essere un tempio buddista totalmente ricavato nella roccia, che si trova sul sul Tanamalwila Road.
Questo importante luogo religioso e culturale venne edificato nel X secolo e venne edificato per volere degli esponenti della scuola Buddhista Mahayana. Le statue che si possono ammirare sono 7 e sono state tutte intagliate in un’unica roccia situata nel bel mezzo della vegetazione. Arrivarvi non è per nulla semplice, visto che si parla di 4 km da percorrere su una strada non asfaltata e non sempre di facile percorrenza. Tuttavia lo spettacolo di cui si può godere, anche a livello naturalistico, risulta assolutamente indimenticabile. Tra le statue più affascinanti spicca senz’altro il Buddha che si trova al centro di quest’opera dell’uomo: la sua altezza è di 16 metri ed ai suoi lati si trovano 6 statue più basse.

 

[travel]

 

E proprio le sculture ai lati del grande Buddha centrale sono quelle che più portano i segni del tempo e per questo sono probabilmente ancora più affascinanti agli occhi di quei viaggiatori che amano l’arte e la storia. Tra le statue laterali merita sicuramente una citazione la statua di Aryathara, la quale secondo la tradizione era capace di evitare catastrofi naturali come ad esempio terremoti ed epidemie.

Potrebbe interessarti anche:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here