La Ciociaria e le acque del benessere di Fiuggi, dall’antichità fino ai nostri giorni

Fonti, terme, sorgenti benefiche, a sud di Roma, la Ciociaria custodisce da sempre un tesoro prezioso, un’acqua speciale, unica le cui qualità le ci qualità erano note fin dagli antichi romani, come quella delle terme di Fiuggi. Hanno trovato nei secoli estimatori illustri da Bonifacio VIII a Michelangelo, dalla regina Elena a Ingrid Bergman.

Fiuggi le sue fonti del benessere

Non c’è borgo in Ciociaria che non abbia una fontana una polla d’acqua trasparente, una sorgente che da secoli rende viva la terra, e non c’è borgo che non abbia un castello qualche bella chiesa, una torre eredità del flusso ininterrotto della storia, che come l’acqua scorre guardando passare epoche e civiltà.

fiuggi
Fiuggi. (ciociariaturismo.it)

Tra i fiumi e sorgenti, di cose belle buone se ne trovano in quantità. La terra è adatta alla coltura dei cereali, ortaggi, vigne e lui.

Leggi anche: Terme di Saturnia, la spa naturale più bella del mondo

Nella valle del Liri, Pontecorvo, con la sua cattedrale di San Bartolomeo costruita intorno al Mille, è celebre per una prelibata qualità di peperone che cresce bene solo qui. Sotto le pendici del Monte La Rocca, Campoli Appennino che vanta una torre medievale alta 25 metri e un tartufo bianco dal profumo ineguagliabile.

Roccasecca dove nacque Tommaso d’Aquino e dove restano le vestige del castello che fu della sua famiglia, è anche la patria di uno squisito broccoletto detto rapa catalogna.

Leggi anche: Terme di Caracalla ritorno al futuro dall’antico passato

Pare che da queste parti tutto ciò che spunta dalla terra faccia bene a corpo e spirito.

Lo sapeva bene papa Bonifacio VIII, nato in Ciociaria, ad Anagni, già nel ‘200 erano note le proprietà curative dell’acqua di una fonte che si trovava sulla strada Prenestina, il pontefice ne fu un assiduo consumatore. L’apprezzò anche Michelangelo che a metà del ‘500 la definì “acqua che rompe le pietre”, perché gli fu d’aiuto nella lotta contro i calcoli renali.

La fama dell’acqua continuò a consolidarsi e dopo la scienza ne confermò le qualità benefiche. L’inaugurazione della Fonte coincise con il cambiamento del nome dei Anticoli in Fiuggi.

Leggi anche: 6 Terme in Italia per la stagione invernale da non perdere!

Meta ideale per soggiorni curativi e beate convalescenze, Fiuggi si dotò nel 1913 di un maestoso Grand Hotel nel più elegante stile liberty, destinato ad accogliere la famiglia reale e diventare un punto d’incontro del bel mondo e dell’aristocrazia europea.

Ancora oggi le antiche terme hanno lasciato il posto a stabilimenti più moderni, Fiuggi non ha perduto o stile raffinato e il ritmo lieve de e rarefatto del suo periodo d’oro.

Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.