5 incredibili Micronazioni, le più bizzarre del mondo che dovreste conoscere!

Stiamo parlando degli Stati più piccoli che vi potrebbe avere occasione di incontrare nel corso dei vostri viaggi, il più delle volte non riconosciuti dai governi e dal diritto internazionale, usati a fini promozionali, turistici o propagandistici: le micronazioni.

Spesso sono il frutto dell’iniziativa di un singolo, altre volte sono intere comunità che si dichiarano Stato Sovrano. Qui sotto troverete le più interessanti…da prendere ad esempio se voleste dichiararvi Re del vostro giardino di casa.

Christiana

A prima vista potrebbe sembrare una piccola Amsterdam trapiantata nel cuore di Copenhagen. Ma oltre alla libera circolazione di droghe leggere a Christiania c’è di più. Si tratta infatti di una comunità di circa 1000 abitanti sorta a seguito dell’occupazione di un’area smilitarizzata, animata dal pensiero libertario. Al suo interno, oltre alla piazza denominata “pusher street”, si trovano anche casette curate, asili, sculture variopinte, un laghetto lungo cui passeggiare. Attenzione a non portare con voi la macchina fotografica perché non tutto è permesso e fotografare rientra rigorosamente fra i divieti.

Christiania | 170507-7772-jikatu
Christiania-photocredit-Jikatu

 Principato di Sealand

Cosa serve per essere sovrani? Una piattaforma petrolifera! Questo deve aver pensato Roy Bates, nel 1967, quando occupò con una guarnigione di militari una di queste strutture al largo dell’Inghilterra in acque non territoriali. Se pensate che tutto ciò possa essere uno scherzo, sappiate che il Sealand è divenuto famoso come un paradiso per il “web-hosting” tanto da aver dato asilo anche a Napster e ad altre realtà discusse della rete.

micronazioni
Principato di Sealand-photocredit-Octal

NSK

Conoscete i Laibach? Immagino di no. Potreste cominciare ascoltando “Tanz mit Laibach” , sicuramente uno dei pezzi forti di questo progetto musicale industrial sorretto un’ideologia politica che è poi scaturita, nel 1992, nella fondazione dello Stato virtuale NSK. Un collettivo artistico dunque, nato a Lubiana (la cui denominazione tedesca è appunto Laibach) che si è evoluto nel tempo arrivando a rilasciare 14.000 passaporti e a costituire consolati ed ambasciate. Dai suoi fondatori viene definito il “primo Stato globale dell’universo” e fra i suoi cittadini illustri conta la performer Marina Abramovich e il poeta Slavoj Zizek. Insomma: NSK è uno Stato concettuale, adatto a menti aperte inclini all’estremo.

Užupis

Nuovamente dall’arte nasce Užupis, nel cuore di Vilnius, in quello che era il quartiere della comunità ebraica. A seguito della shoah, si installarono qui senzatetto, artisti, prostitute, conferendo all’area un’atmosfera molto bohemienne. Fu proprio quest’aria pittoresca che spinse un numero crescente di intellettuali a prendere dimora sull”l’altro lato del fiume” (secondo la traduzione dal Lituano di Užupis) fino a che, nel 1997, Romas Lileikis , regista e scrittore, proclamo la fondazione della Repubblica Indipendente di Užupis. Oggi Užupis è come una piccola Montmartre e rappresenta una delle mete più visitate di Vilnius.

Principato di Seborga

Seborga - Liguria - italia
Seborga-photocredit-provenza-provenza

Chiudo questa piccola rassegna con una storia tutta italiana…anzi: con un’anomalia. Su questo concetto si basano infatti gli abitanti di Seborga, piccola località in provincia di Imperia, che sembrerebbe essere stata dimenticata dalla carte del Regno di Sardegna e quindi dall’ “Italico suolo”. Il Principato di Seborga ha un Re e nove ministri, emette una sua moneta e le automobili dei residenti hanno una targa apposita. Se passate di lì non dimenticate di farvi rilasciare il passaporto!

Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here