Goditi la bellezza della fortezza di Pietro e Paolo!

San Pietroburgo è una città che riserva molte sorprese a chi vi giunge per ammirarla in tutta la sua bellezza. La Fortezza di Pietro e Paolo è una delle perle della città, scopriamola insieme!

La Fortezza di Pietro e Paolo

Fortezza di Pietro e Paolo
Fortezza di Pietro e Paolo (fr.rbth.com)

La Fortezza di Pietro e Paolo si trova su un lembo di terra chiamato isola delle Lepri, di fronte all’isola di Petrogradskaja, dirimpetto all’Ermitage. La fortezza è il punto di partenza ideale per andare alla scoperta della città. Oggi la maggior parte della fortezza Pietro e Paolo è destinata al Museo di San Pietroburgo di Storia che una serie di mostre permanenti e temporanee.

L’attrazione turistica principale è senza dubbio la Cattedrale che fu anche il primo edificio a comparire all’interno delle mura, fu consacrata il primo aprile del 1704, e oggi è uno degli edifici più suggestivi di San Pietroburgo. La struttura di base della fortezza è composta da sei bastioni e ognuno porta il nome di uno dei più stretti collaboratori di Pietro.

La fortezza comprende diversi edifici realizzati in un’ampia gamma di stili architettonici e per una grande varietà di scopi diversi. Essi vanno dalle truci prigioni del Bastione Trubeckoy al Gran Mausoleo Ducale, costruito per accogliere le spoglie della famiglia Romanov.

Altre strutture superstiti del XVIII secolo sono: la casa del comandante della guarnigione della Fortezza (1743-1746), la Casa di Ingegneria (1748-1749), che ospitava l’arsenale, le officine e le abitazioni degli ingegneri militari, il Corpo di Guardia principale (1748-1749), e la Boathouse, un piccolo padiglione costruito a cavallo tra 1762 e 1765 per ospitare la deriva che Pietro il Grande usò in gioventù per gli esperimenti navali oggi considerati l’input per la nascita della flotta russa.

Storia della Fortezza di Pietro e Paolo

La fortezza è il luogo di nascita della città dato che fu la prima struttura, di fango e legno, ad essere costruita a San Pietroburgo nel maggio del 1703. Fu Pietro il Grande a scegliere questo luogo perché qui il delta del fiume Neva è particolarmente ampio e dunque sicuro dagli attacchi dei nemici. La fortificazione in mattoni sostituì la prima edificazione a partire dal 1706 e vide impegnati oltre 40 mila uomini. I bastioni, cavi all’interno, sono spessi circa 20 metri sono il retaggio della vecchia concezione della struttura mai utilizzata per lo scopo difensivo previsto.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Deborah Farinon
In volo sulle ali della mia fantasia! Così mi descrivo sin da quando sono una bambina, perché così è come mi sento: sono curiosa e adoro farmi stupire continuamente da ciò che mi circonda, amo la natura, le sfide, la creatività. Tutto questo mi ha permesso di diventare la persona che oggi sono e fare il lavoro dei miei sogni: l’educatrice! Non si deve mai aver paura di mettersi in gioco!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here