Passeggiando per il lungomare di Polignano, potreste trovare scritta su un muretto una citazione omerica: “I cuori dei giovani ondeggiano sempre“. Incorniciata dal lucente mare Adriatico, questa frase continuava a riecheggiare nella mia testa per tutta la durata del viaggio… Facciamo un passo indietro.

Non riuscendo a organizzare le vacanze estive con dovuto anticipo, con quattro miei amici decidemmo di noleggiare un furgoncino per la prima settimana di Settembre, con lo scopo di girare le coste del meridione italiano, toccando più luoghi possibili. Senza una meta prefissata, armati di zaino e deodoranti partimmo da Roma rincorrendo il sole tra le spiagge, con la speranza di trovare qualche campeggio last minute sulla strada, dove passare le notti. L’obiettivo? Assorbire quanta più vita possibile dalle giornate, assaporando la libertà tra le dita.

I Cuori dei Giovani Ondeggiano Sempre
I Cuori dei Giovani Ondeggiano Sempre

Dopo aver percorso il litorale pontino giungemmo alla nostra prima tappa in Campania, ad Agropoli, che ci regalò un primo generoso tramonto come augurio per il viaggio. La mattina seguente eravamo già in marcia sulla Riviera dei Cedri, direzione: Mar Ionio, Roccelletta di Borgia (CZ). Due giorni, due diversi mari, e 627 km percorsi accompagnati dalle meravigliose rive italiane; ed era solo l’inizio.

Ormai sommersi in uno stile di vita “rustico” (per non dire trasandato) andavamo avanti a panini di autogrill e aperitivi di patatine e crodini; finché in campeggio, una gentile famiglia di Crotone, ci invitò alla loro postazione per ricordarci quanta gioia può fiorire da una tavola ben imbandita. Grazie ancora, vi tengo nel cuore.
Tutto ciò ci porta al terzo giorno, e dopo aver sostato in un bar sulla costa lucana, al sopracitato muretto.

I Cuori dei Giovani Ondeggiano Sempre
Partite, viaggiate il più possibile e non ve ne pentirete…

I Cuori dei Giovani Ondeggiano Sempre

Già dai tempi di Omero il mare aveva una grande potenza metaforica, ma questa non è una lezione di letteratura latina, anzi, non è una lezione in generale. È una storia presuntuosa. Sì, esatto, presuntuosa. Perché noi, cinque ragazzi viziati, pretendemmo di far ondeggiare i nostri cuori al ritmo del mare, per più giorni possibili. Reclamammo il diritto di farlo a modo nostro, e di usare il tempo e lo spazio come ci pareva. Beh, ci riuscimmo.

I Cuori dei Giovani Ondeggiano Sempre
Già dai tempi di Omero il mare aveva una grande potenza metaforica…

Altri 400 km e altre 48 ore per visitare i lidi di Gallipoli e Santa Maria di Leuca, ritornando di nuovo a Polignano per l’ultima notte, che fu decisamente particolare. Infatti essendo arrivati agli sgoccioli delle nostre finanze, optammo per evitare campeggi o stanze varie. Il furgoncino si trasformò in una camera d’albergo; di una di quelle con brutte recensioni su TripAdvisor sia chiaro. Location: scogliera a strapiombo sull’Adriatico. Le 3:00 del mattino, diluvio universale in corso. Lampi e tuoni non fermarono i miei compagni, che comodi sui sedili erano già tra le braccia di Morfeo.

Io, da solo con l’estate ancora tra i polmoni, lasciavo una mano fuori dal finestrino ad accarezzare la pioggia e pensavo costantemente a quella frase sul muretto; come un post-it sul cuore, un souvenir che a fine viaggio non regali a nessuno ma tieni per te.
Una ventina di ore dopo, eravamo già rientrati nelle nostre case, stanchi e spossati.
Mettete in conto la fatica e gli aloni di sudore sotto le ascelle, l’alta probabilità di dormire poco e scomodamente, il traffico e i ghiaccioli sciolti sui sedili.

Poi partite, viaggiate il più possibile e non ve ne pentirete; perché, come ha scritto qualcuno su un muro, i cuori dei giovani ondeggiano sempre.

Leggi anche “Vacanze in tenda? Scegli le mete giuste


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here