Un nuovo studio ha affermato che il turismo inquina il nostro pianete, essendo responsabile dell’8% delle emissioni globali.

Il turismo globale e il suo impatto sull’ambiente

Le vacanze piacciono a tutti, viaggiare, scoprire, sperimentare e acculturasi. Ma il turismo globale ha un grande impatto sull’ambiente. Studi precedenti hanno rilevato che le emissioni del turismo rappresentano il 2,5-3% delle emissioni globali di gas serra, ma ora i ricercatori riferiscono che la cifra è in realtà più vicina all’8%.

Secondo quanto riporta l’indagine pubblicata sulla rivista Nature Climate Change, è stato analizzato il turismo globale ma i ricercatori hanno scoprendo che gli studi precedenti non avevano preso in considerazione le emissioni dalla produzione di alimenti e bevande, dalle infrastrutture e dai servizi di vendita al dettaglio alle destinazioni.

turismo globale
Turismo. Photo credit: Deanna Ritchie by unpslash.com

Molte delle cose che facciamo producono anidride carbonica, per esempio mangiare della carne bovina produce più emissioni che bruciare un gallone di benzina, per via dei processi di emissione di CO2 associati alla produzione di carne bovina.
“Le impronte di carbonio del turismo devono quindi essere valutate utilizzando metodi che coprono il ciclo di vita o le emissioni della catena di fornitura di beni e servizi legati al turismo”

La ricerca fa notare come le emissioni sono strettamente legate al reddito: più si è ricchi, più si viaggia, più si scelgono mete lontane e posti esotici. Le nuove tecnologie volte al risparmio energetico e dei trasporti ha diminuito l’impronta di carbonio leggermente.
Gli americani erano responsabili della maggior parte delle emissioni, prendendo i primi quattro posti. Gli americani che viaggiavano in Canada hanno generato 75 megatoni di CO2, seguiti da americani in Messico, americani nel Regno Unito e, sorprendentemente, americani in Giappone.

Le emissioni di gas serra legate al turismo vanno man mano aumentando e il fatto che questo problema non sia stato preso in considerazione dall‘Accordo di Parigi non fa supporre una loro riduzione futura. Inoltre, sotto Trump, gli Stati Uniti, il più grande contributore a queste emissioni, hanno promesso di non aderire all’Accordo di Parigi. Con l’aumento del PIL globale, le emissioni del turismo sono destinate a crescere.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una (scegli l'importo)
carte paypal



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.