La Moschea di Koutoubia e il secondo segreto di Marrakech

È quel Minareto che svetta alto sopra la Moschea di Koutoubia, da dove delle grida rimbombano per tutta Marrakech. Un Muezzin richiama alla preghiera.

Laddove i musulmani possono entrare i cristiani no. Ne è l’esempio la Moschea di Koutoubia i cui segreti sono chiusi a chiave.

Koutoubia
Nel Souq di Marrakech – PhotoCredit: Emanuela Gizzi

Il ronzio delle api e il grido di un Muezzin

Guardo la mappa e cerco Koutoubia, Moschea, mi perdo per un attimo rispetto al Souq in cui sono.

Quando esco dalla Medersa, fuori, il sole è effervescente. Così i banchi dei venditori. Chincaglierie appese ovunque, tra i datteri, le babbucce colorate e i coni di spezie. Ronzii di api che si rincorrono a quelli delle mosche. Cappelli dalle falde larghe che fanno ombra a grandi scodelle di olive, tappeti polverosi e vestiti berberi che qualche cliente si litiga.

L’arte della contrattazione, del gioco della vendita. Il gridarsi in faccia il prezzo sempre più basso poi leggermente più alto e di nuovo ancora basso. Momenti di Souq.

Koutoubia
Il piazzale Marrakech – PhotoCredit: Emanuela Gizzi

Mi dirigo verso il secondo segreto di Marrakech, la Moschea Koutoubia dove non potrò entrare perché non sono musulmana. Il segreto sta nel non poterne scoprire i segreti. Tuttavia intravedo un cortile e una donna, il velo nero, l’aria divertita, le rubo uno scatto, poi un uomo mi allontana dicendomi qualcosa che non comprendo.

Koutoubia
Richiamati dal Muezzin – PhotoCredit: Emanuela Gizzi

Il Minareto prototipo.

Quasi simultaneamente un grido si leva su tutta Marrakech. Mi spiega un commerciante che il muezzin (un funzionario incaricato dalla Moschea di Koutoubia) sta chiamando in raccolta i fedeli per pregare, mi indica in alto una torre.

Koutoubia
Negozio di legumi – PhotoCredit: Emanuela Gizzi

Mi dice che per un muezzin è la massima aspirazione chiamare dal Minareto di Koutoubia, non nasconde fierezza quando aggiunge che sia la Torre di Hassan di Rabat che la Giralda di Siviglia sono solo delle copie dell’originale.

Decido improvvisamente di prendere un calesse perché l’uomo mi consiglia di visitare il palmeto, ho bisogno di verde, della pace che solo gli alberi sanno dare.

Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here