Gli appassionati delle due ruote saranno lieti di percorrere in Italia quella che è considerata la pista ciclabile più spettacolare d’Europa, ovvero la pista ciclabile del Lago di Garda.

Garda by Bike

La pista ciclabile del Lago di Garda, lunga 140 chilometri, gira intorno proprio al grande specchio d’acqua italiano e questo assicura una vista mozzafiato sulle bellezze naturali che il paesaggio ha da offrire.

Pista ciclabile del Lago Garda
Pista ciclabile del Garda (/initalia.virgilio.it)

La pista Garda by Bike è un’opera di grande importanza mondiale perché va a formare la Ciclovia del Garda unendosi ad altri percorsi ciclabili, creando così una rete ciclabile nazionale di più di mille chilometri. Si collega a Capo Reamol a Limone sul Garda fino al confine con il Trentino Alto Adige costeggiando la Statale 45 bis Gardesana.

Oltre alle meraviglie del paesaggio, suggestiva è la strada stessa che sembra sospesa sul lago, addirittura sfiorandolo in alcuni tratti e continuando attraverso vecchie gallerie che si snodano tra Sirmione, Lonato del Garda, Malerba, Gargnano, Tignale o Limone sul Garda andando verso nord. Il pavimento è stato realizzato con materiale simil legno, resistente alle intemperie, delimitato da una barriera in acciaio che ha meno impatto visivo sul paesaggio.

L’unicità questa pista non deriva solo dal panorama mozzafiato che la circonda, o dal grande afflusso turistico che porterà un’attrazione del genere, ma soprattutto perché darà agli abitanti un’alternativa ecologica per spostarsi, scegliendo mezzi di trasporto sostenibili dalle biciclette normali a quelle elettriche.
Questo apporterà una grande riduzione delle emissioni di anidride carbonica nella zona, grazie al collegamento di ben 19 comuni.

Il progetto dovrebbe completarsi nel 2021, ma alcuni tratti della pista sono già attivi da tempo ed altri si sono appena ultimati. La pista prevede vari percorsi di varia difficoltà: il tratto più difficile è quello tra Gargnano e Limone sul Garda con grandi pendenze dovute ai monti della Valvestino. Gallerie artificiali, ponticelli e passerelle a sbalzo sulla roccia, gallerie scavate nella parete, sempre in totale sicurezza, ce n’è per tutti i gusti!


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here