Si dice ” VEDI NAPOLI E POI MUORI!”, detta cosi fa pensare, ma il senso della frase racchiude tutta la sua bellezza.

Napoli, la città partenopea, splendida!

Accogliente, pittoresca, artistica, folcloristica, calda, storica, teatrale!
La città di Toto e Peppino, di Pulcinella, del presepe, di Troisi.
Io che ho metà della famiglia originaria d’Aversa e ho trascorso le mie estati a freselle e mozzarella ne so qualcosa.
Quindi se avete poco tempo per poterla visitare, proprio adesso che le vacanze sono finite,  troviamo il modo di poterla “gustare” e non solo con il palato.

napoli in un giorno
Cosa visitare nella bella Napoli’ Photo credit: StockSnap by pixabay.com

Napoli è conosciuta per la sua pizza e il mandolino, per il teatro di Eduardo de Filippo, ma anche per la naturalezza di arrangiarsi che i napoletani sfoggiano in qualsiasi occasione. ATTENTI, anche qui il turista come in ogni grande città può essere imbrogliato.
Potete pianificare la vostra giornata pensando all’ arte, al cibo, alla storia, al mare e allo shopping!
Per gli amanti del griffato camuffato e poco legalizzato cˋè il mercato della Maddalena (zona stazione), aperto tutte le mattine fino alle 12.30 circa.
Il bus è fuori l’aeroporto, la tariffa del biglietto la scegliete voi: dal tabacchino 3 euro, sul bus 4, dal signore accanto alla fermata 10!
Arrivati al mercato ricordatevi di non sfoggiate troppo i vostri averi, tenete d’ occhio borsa e portafogli e contrattate!
Se vi resta del tempo e non potete rinunciare alle scarpe salite sul bus , biglietto 1.50 , fermata Poggioreale.
Non tutti amano di prima mattina sfidare “il pericolo” per qualche Prada o Vuitton, ma IO SI!

napoli in un giorno
Il Cristo velato. Photo credit: Sara berettoni

Il Cristo Velato, una scultura in marmo scolpita a grandezza naturale, una delle opere più note e suggestive al mondo.
Se siete vicino alla Metro, linea 1, fermata università o linea 2 fermata Cavour.
Se è la vostra prima tappa dall’aeroporto prendete l’ autobus (stop piazza Municipio, poi bus 1, 4 c 82 stop via nuova Marina)
Per dirla tutta credevo fosse più grande, ma in assenza di selfie NON posso testimoniare.
Oppure dirigetevi verso la Napoli sotterranea.

napoli in un giorno
Napoli. Photo credit: Sara Berettoni

Diffidate dalle imitazioni, ingressi secondari, biglietti scontati.
La Napoli sotterranea è unica, accanto alla Basilica di San Paolo Maggiore.
Sotto le vie del centro si nasconde un mondo ancora inesplorato a 40 metri di profondità.
Un viaggio al di sotto, lungo circa duemila e quattrocento anni.

napoli in un giorno
Photo credit: Sara Berettoni

Vista l’ora e il profumo per le vie dovreste aver fame! Per gustare a fondo le tradizioni Partenopee, fra le tante, c’è una trattoria nei quartieri Spagnoli, da Nennella!
Con soli 10 euro oltre alla cucina Napoletana sarete protagonisti di sketch teatrali, canzonette e abbondanti risate, tutto grazie alla complicità di bizzarri camerieri decisamente fuori dalle righe. Mi raccomando, NON prendetevi troppo sul serio!
Dopo l’abbondante mangiata un caffè da Gambrinus, che si affaccia su Piazza Plebiscito.
Se vi restano degli spiccioli lasciate un caffè già pagato, anche detto caffè sospeso.
Per un napoletano non concedersi un caffè è un torto, e soprattutto allora chi aveva qualche monetina in più ne lasciava uno “sospeso” per qualche fortunello in meno.
Passeggiate sul lungo mare, godetevi il sole che non manca mai.
Fate shopping in via Toledo.
Una pausa da Casa Infante per un gelato, e per chi non bada a calorie un cono di delizie fritte .

napoli in un giorno
Photo credit: Sara Berettoni

Non tanto tardi tornate in aeroporto, ultimamente il traffico è diventato il nemico imbattibile della città, soprattutto in orari pomeridiani.
Ricordatevi di fare il biglietto dal tabacchino?
Ho assistito alla scena del furbetto napoletano che raggira il cinese preoccupato di perdere il volo. Una corsa da 3 euro in bus si è trasformata in un taxi abusivo al solo prezzo di 50 euro. Rapida e indolore.

napoli in un giorno
Photo credit. Sara Berettoni

Passati i controlli non dimenticate il tipico souvenir: la rinomata mozzarella di bufala.
Indipendentemente dalla vostra destinazione verrà apprezzata molto di più della piccola , fredda e incommestibile calamita da frigo!

Buona giornata a voi!


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here