Quali sono le mete più interessanti, le attrazioni principali che si possono ammirare in un viaggio in Islanda?

Una delle mete più affascinanti a livello internazionale, risulta essere senza dubbio l’Islanda, decisamente unica nel panorama mondiale. Quali sono le attrazioni principali e le mete più interessanti da visitare durante un viaggio in Islanda?

Viaggio in Islanda, cosa vedere?

Senza dubbio la prima meta di un viaggio in Islanda non può che essere Reykjavík, una delle città più moderne ed aperte del mondo. Questo dipende sicuramente anche dal fatto che l’Islanda è ormai da molto tempo la patria dell’architettura e della tecnologia a livello europeo. Molto interessanti sono i diversi poli museali che si possono visitare a Reykjavík, tutti dedicati ad artisti che hanno fatto la storia di questa minuscola realtà che è l’Islanda. Tra i più interessanti ve ne è uno totalmente all’aperto, attraverso cui è possibile scoprire come era l’Islanda del secolo XIX. Si tratta di un’esperienza decisamente affascinante e fuori dal comune.

viaggio in islanda
Reykjavík, Islanda (Evelyn Paris unsplash.com)

A tre quarti d’ora da Reykjavík si trova una delle attrazioni naturali più belle di tutta l’Islanda, ovvero la Laguna Blu, le piscine naturali più note a livello internazionale. Le sue calde e tiepide acque termali sono capaci di conquistare e rilassare qualsiasi turista, infatti difficilmente la si può trovare deserta. In inverno in Islanda si toccano anche i 20 gradi sottozero, è quindi la normalità per gli islandesi, specialmente per chi abita a Reykjavík, trascorrervi molto tempo.

Viaggio in Islanda: Cascate di Gullfoss

Rimanendo in ambito naturalistico e spostandosi di circa 130 km dalla capitale, si può arrivare alle Cascate di Gullfoss, senza dubbio le più famose del Paese. Le cascate raggiungono l’altezza di 11 e 21 metri. Quando il sole fa capolino nella zona in cui si trovano si può assistere al crearsi di splendidi ed indimenticabili arcobaleni.

viaggio in islanda
Cascate di Gullfoss (Joey Clover unsplash.com)

Viaggio in Islanda: Thingvellir National Park

L’Islanda è anche terra interessata dai grandi mutamenti naturali. Un esempio è il Thingvellir National Park. Questa zona è Patrimonio dell’Umanità e rientra quindi sotto la protezione Unesco. Senza dubbio è affascinante perché ubicata in una zona vulcanica e si caratterizza per la presenza di diversi canyon. In questa particolare riserva naturale si trova anche quello che è il più grande lago di tutto il Paese, ovvero il Thingvallavatn.

Viaggio in Islanda: La Laguna Jökulsár

Durante il vostro viaggio in Islanda, sempre in tema di bellezze naturali, tra le mete preferite dai turisti vi è la Laguna Jökulsár. Tra le tante cose che la rendono affascinante vi è sicuramente la sua origine, ovvero lo scioglimento di un grande ghiacciaio, evento verificatosi tra il 1920 e la prima metà degli anni ’60 del secolo scorso. La Laguna Jökulsár ha una profondità di poco meno di 200 metri. Se si ha pazienza si può anche assistere allo stacco di giganteschi pezzi di ghiaccio che, una volta arrivati al suolo, producono un suono disturbante, ma allo stesso tempo decisamente intrigante.

viaggio in islanda
Sólheimajökull (Chris Liverani unsplash.com)

Per chi ama il trekking, meta gettonatissima è il ghiacciaio di Sólheimajökull. Si possono effettuare sia passeggiate in mezzo al ghiaccio che vere e proprie escursioni. Paesaggi naturali che non è certo eufemismo definire come unici al mondo. Infine come non citare l’aurora boreale. Fenomeno che si concretizza tra settembre ed aprile e che richiama turisti da ogni parte del mondo.

Viaggio in Islanda: Piatti tipici

Da non dimenticare durante il vostro viaggio in Islanda la cucina locale. Si basa prevalentemente sul pesce e tra i piatti più famosi c’è la zuppa di aragosta, anche se quelle che vengono portati in tavola sono scampi. Non bisogna farsi ingannare dal nome. Altro piatto tipico islandese è il baccalà. Per quanto riguarda i piatti di carne, il protagonista assoluto è l’agnello. Molto diffusa è anche la carne di renna. Infine non si può lasciare l’Islanda senza aver provato l‘Astarpungur, che altro non è che una ciambella fritta, dolce tipico islandese.

Leggi anche: Le Isole Lofoten: il paradiso della Norvegia dove surfare sotto l’aurora boreale


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.