Airbnb, una delle più grandi piattaforme del mondo compie 10 anni ed è pronta ad offrire a viaggiatori e host nuove esperienze.

Tutto è iniziato da un materasso gonfiabile in casa

Necessità fa virtù, si potrebbe dire che questo detto calza a pennello con quello che è diventato un vero e proprio fenomeno di viaggio a livello mondiale. Infatti 10 anni fa Brian Chesky e Joe Gebbia, i fondatori di Airbnb, per necessità economiche misero nel loro appartamento di San Francisco tre materassi gonfiabile per ospitare tre sconosciuti in viaggio. Questo ha dato vita ad una piattaforma di alloggi che conta 4,5 milioni di alloggi distribuiti in 81.000 città in più di 191 Paesi, da appartamenti, a ville, a castelli, a case sull’albero, a B&B. In questi suoi primi 10 anni di vita, gli host hanno guadagnato oltre $41 miliardi e i viaggiatori che hanno utilizzato la piattaforma hanno soggiornato più di 300 milioni di volte. Per l’imminente futuro si vuole rinnovare, alzare gli standard, offrire nuove esperienze agli ospiti e agli host.

Airbnb
Airbnb (blog.standuply.com)

Il nuovo piano si basa su nuove categorie di alloggi, Collezioni Airbnb e un riconoscimento per la community che mira ad offrire a tutti i vantaggi di un’esperienza di viaggio autentica. Questa nuova strategia si prevede porterà la piattaforma a raggiungere 1 miliardo di ospiti all’anno entro il 2028.

Le novità sono le seguenti:

  • 4 nuove tipologie di alloggi: Case Vacanza, Alloggi Unici, B&B e Boutique Hotel (in aggiunta alle già esistenti Intera Casa, Stanza Privata e Stanza Condivisa)
  • Nuove categorie: Airbnb Plus e Beyond
  • Airbnb Collezioni: case perfette per ogni occasione

Un rinnovato impegno verso la community, con un aggiornamento del programma Superhost e un nuovo programma di membership per gli ospiti che verrà lanciato a fine anno.

“10 anni fa non avremmo mai immaginato che Airbnb potesse diventare tutto questo. Allora, le persone pensavano che scambiarsi le case tra sconosciuti fosse folle. Oggi, milioni di persone lo fanno tutti i giorni. Ma noi vogliamo andare oltre, supportando ed espandendo la nostra community, così che tra 10 anni più di 1 miliardo di   viaggiatori  ogni anno potranno vivere in prima persona l’esperienza di viaggio unica che offre Airbnb.” Così afferma Brian Chesky, Co-Fondatore, CEO e Head of Community.

Leggi anche: Airbnb presto permetterà agli utenti di fare un tour 3D negli alloggi da affittare


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una (scegli l'importo)
carte paypal



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.