Un vasto complesso di serre e giardini imperdibili a Londra, i Kew Gardens sono una meta da non perdere durante i vostri giorni londinesi.

I Kew Gardens di Londra

I Royal Botanic Gardens, Kew, conosciuti come Kew Gardens, si trovano tra Richmond upon Thames e Kew, a circa 10 km a sud-ovest di Londra e sono considerati tra i giardini pubblici più belli al mondo. Hanno aperto le loro porte al pubblico nel 1840 e sono diventati patrimonio dell’Unesco dal 2003 e di conseguenza una delle mete più ambite dai turisti.

kew gardens
Kew Gardens, Londra (kew.org)

Questi bellissimi giardini londinesi hanno avuto origine dal giardino esotico della Kew House creata da Lord Capel di Tewkesbury, che poi venne in seguito ampliato dalla Principessa Augusta, vedova di Federico di Hannover, Principe di Galles. Sir William Chambers si occupò di costruire per i principi nuove strutture tra le quali si può ancora ammirare la pagoda cinese del 1762. È alta 50 metri ed è costituita da dieci piani ottagonali ispirata alla Taa cinese.  Il re Giorgio III poi arricchì i giardini e commissionò la Dutch House destinata ai rampolli della casa reale, oggi è nota come Kew Palace.  Proprio in questi giardini venne coltivato con successo per la prima volta un albero della gomma, fuori dal sud America.

La famosa autrice inglese Virginia Woolf ha intitolato Kew Gardens uno dei suoi racconti. E’ ambientato proprio in questo giardino botanico dove la scrittrice crea una corrispondenza di immagini metaforiche tra i movimenti casuali dei visitatori e quello delle farfalle, il tutto incorniciato dai colori e dalle varie forme di fiori e piante.

I giardini sono caratterizzati da numerosi edifici tra cui:

Kew Gardens: La Palm House

E’ il simbolo dei Kew Gardens, risale al 1849 ed è la prima opera architettonica costruita con del ferro su larga scala. Al suo interno troverete un clima tipico delle foreste tropicali grazie al quale possono crescere palme e cicadi molte in via di estinzione.

Kew Gardens: La Temperate House

Qui ci sono diverse specie di piante proveniente dalle parti del mondo che hanno un clima temperato.  È costituito da tre blocchi che occupano un’area di circa 4.880 metri quadri.

Kew Gardens: La Princess of Wales Conservatory

Una struttura di più recente costruzione inaugurata da Lady Diana per commemorare la sua antenata la principessa Augusta, fondatrice dei giardini. Al suo interno ci sono 10 diverse zone climatiche dove si possono ammirare tante specie di piante diverse percorrendo sentieri e passerelle su diversi livelli.

Tra le serre minori che vale comunque la pena visitare ci sono la Waterlily House, Evolution House, Bonsai House, Alpine House e non dimenticatevi degli Italian Gardens.

Se avete deciso di dedicare tutta la giornata alla scoperta dei giardini allora potete approfittarne per fare un bel pic-nic all’aria aperta portandovi il pranzo al sacco, oppure approfittare dei diversi ristoranti e cafè per godersi un buon pasto in una location da favola.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.