Si staglia su una collina di Reggello, a pochi chilometri da Firenze, un castello maestoso che forse in pochi conoscono, ma che nasconde al suo interno un valore artistico e architettonico inestimabile. E’ il Castello di Sammezzano.

Il Castello di Sammezzano: una meraviglia in pericolo

Il Castello di Sammezzano in Toscana è un gioiello architettonico che purtroppo ad oggi si trova in stato di abbandono. Numerose sono state le iniziative affinché venisse tutelato e rimanesse un patrimonio artistico italiano. Dopo varie vicissitudini legali ora il Castello di Sammazzano è stato inserito da Europa Nostra tra i 12 siti in pericolo in Europa.

castello di sammezzano
Il Castello di Sammezzano (http://iltirreno.gelocal.it)

Il Castello è opera del marchese Ferdinando Panciatichi Ximenes d’Aragona, che ne modificò la struttura preesistente adeguandolo alla corrente dell’Orientalismo che, nell’Ottocento, si diffuse in tutta Europa. Un esempio è la Sala dei Pavoni, un vero e proprio capolavoro artistico. È decorata con diversi tipi di legno colorato, in modo da assomigliare alla fantasia cromatica della coda di un pavone. La sala fu realizzata in stile Art Nouveau ed è caratterizzata da decorazioni a ventaglio, che vanno dal pavimento al soffitto.

Il Castello di Sammezzano orientaleggiante

castello di sammezzano
Il castello di sammezzano (sammezzano.org)

Tutte le stanze sono state decorate seguendo uno stile orientale, dove i colori e le fantasie eccentriche fanno del castello un’opera unica e sensazionale. Sono una diversa dall’altra e hanno nomi fantasiosi, come la già citata Sala dei Pavoni, la Sala Bianca ispirata a Granada, la Sala dei Gigli e quella delle Stelle, la Galleria delle Stalattiti e la Sala degli Amori.

castello di sammezzano
Castello di Sammezzano (zingarate.com)

Il Castello di Sammezzano inoltre è circondato da un parco storico, patrimonio botanico di inestimabile valore. Qui è possibile trovare alcune specie arboree indigene tra cui le sequoie della California.
Il castello è chiuso dagli Anni ’90. Le visite sono solo un paio a l’anno e sono rigorosamente a numero chiuso (circa 800 persone).



Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.