Tutto nacque 40 mila anni fa, quando la popolazione di Neanderthal e degli Homo Sapiens partirono dall’Africa e, senza mai incontrarsi, raggiunsero la nostra terra dando vita alla biodiversità umana con la più alta percentuale di etnie indigene al mondo. Dopo decine di migliaia di anni nacque il primo grande Impero Romano, da lì dopo mille e cinquecento anni ebbe vita il Rinascimento che fece sì che il 70% del patrimonio artistico mondiale sia ora detenuto in Italia.

L’Italia occupa solo lo 0,50% della superficie terrestre ma è l’unica che viaggia stretta da Nord a Sud chiusa da un mare buono che permette ai venti del mare di incontrarsi con i venti delle colline e delle montagne generando 7000 mila specie di vegetali, 58 mila diverse specie di animali, 1200 vitigni autoctoni, 533 specie di olive, 140 tipi di grano duro.

Patrimonio culinario Made in Italy: prodotti tipici in Italia

Solo nella nostra penisola, così piccola rispetto al mondo, si può gustare il basilico genovese più buono, il prezioso e ricercato tartufo di Alba che si sposa con il sapore corposo del Re Barolo, si può assaporare il San Daniele del Friuli o il prosciutto di Parma figlio delle Alpi Apuane.

La pasta più saporita di Gragnano frutto della brezza del Vesuvio e della galleria del vento in via Roma, o lo zafferano abruzzese, la liquirizia della Calabria figlia dello Ionio e delle Alpi Apuane, il mirto di Sardegna e il pachino siciliano.

Siamo fortunati, perché pur non riconoscendolo o, a volte sottovalutandolo, abbiamo avuto l’immensa fortuna di nascere qui, in Italia, un luogo meraviglioso, ricco di borghi sospesi nel tempo, castelli incantati, chiese e luoghi d’arte, paesaggi dalla natura incontaminata, patrimonio artistico e culturale ammirato e desiderato in tutto il mondo.

Nessuno può scegliere dove e come nascere, è solo questione di fortuna e noi siamo stati baciati fin dal nostro primo giorno di vita, ma spesso ce ne dimentichiamo.

La nostra Italia ai tempi del Coronavirus

Questo 2020 sta mettendo a dura prova l’intera popolazione mondiale, stiamo combattendo un virus letale che abbiamo cominciato a conoscere tramite bollettini mortali, camere intensive, drammi. L’Italia è uno dei paesi più colpiti al mondo che pian piano sta cercando di ricominciare a rialzarsi e tutto quello che pochi mesi fa credevamo fosse “normale” o scontato adesso è il Natale di un bambino di 4 anni.

Mi manca volare, visitare, scoprire, passeggiare, nuotare essere libera di scegliere, di vivere senza timore.

Come sarà la nostra estate in Italia?

Non è stata deliberata una data per poter pianificare e progettare viaggi in Italia, ma di una cosa sono certa, la mia prossima vacanza non sarà caraibica, scandinava, orientale ma tutta Made in Italy! Siamo abituati a scappare all’estero ignorando le infinite bellezze delle nostre origini. Da nord a sud la nostra terra è arte, storia, bellezza, gastronomia.

Dalle città maggiormente colpite come Bergamo, divisa in Bergamo Alta e Bergamo bassa dalle mura venete che risalgono al XVI sec, a Brescia protetta nella sua aria monumentale del foro Romano e dal complesso Monastico Longobardo dall’UNESCO, alla bellezza dei laghi nordici: lago Maggiore, lago di Como, lago di Garda, lago d’Iseo.

Venezia, al sesto posto tra le città più belle al mondo, affascinante con i suoi romantici giri in gondola fra i canali, accerchiata da palazzi signorili e l’inconfondibile Piazza San Marco dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1987.

Milano: capitale della moda Europea. Pullula di stilisti, modelle, nuove tendenze, una metropoli dinamica, piena di opportunità, una città che non dorme mai con i suoi leggendari Happy hours!

Verona, culla della più idilliaca e tragica storia d’amore di William Shakespeare: Romeo e Giulietta. Patrimonio dell’umanità per la sua struttura e architettura urbana, l’Arena che la caratterizza ospita spettacoli teatrali, concerti, opere classiche. Una città di cultura, amore e un pizzico di spritz!

Scendete nel cuore dell’Emilia Romagna verso il Rinascimento e l’eleganza di Ferrara, una città a misura d’uomo che mantiene intatte case e palazzi nobiliari, chiese, castelli, tradizioni.

Perdetevi nella culla rinascimentale patria di artisti e poeti, madre di Michelangelo, Dante Alighieri, Petrarca, visitate Firenze. Un concentrato di monumenti e opere d’arte racchiuse nel museo più visitato in Italia: la Galleria degli Uffizi.

Avvicinatevi alle antiche strade di Siena, alle sue tradizioni culinarie gustando il “ciaccino” e partecipando al grande evento, il Palio, che si svolge nel fiore all’occhiello di Piazza del Campo.

Roma, la città Eterna

Preparate una monetina, chiudete gli occhi ed esprimete un desiderio, perché a Roma tutto può succedere. Dalla fontana di Trevi, alla magnificenza del Colosseo, alla storia racchiusa nei Fori Imperiali, dal Pantheon a San Pietro, a Piazza Navona, un museo a cielo aperto che regala stupore ad ogni angolo della strada. La Città Eterna che quest’anno ha soffiato le sue prime 2273 candeline.

Come sarà la nostra estate in Italia?

Deliziate il palato con la pizza migliore al mondo e respirate quel fascino segreto di allegria e folclore che solo Napoli può regalarvi. Le bellezze del Golfo, la natura del Vesuvio, le rovine di Ercolano e Pompei. Un detto dice: vedi Napoli e poi muori… ma noi non abbiamo tempo, dobbiamo inebriarci della bellezza siciliana, di Siracusa, capitale europea della cultura, padrona del barocco siciliano.

Perdersi nella contraddittoria ed elegante Palermo, dai tratti arabi e normanni, con macchie gotiche-catalane e opulenze barocche. Rumorosa, colorita come “La Vucciria” il suo storico mercato del centro che ci delizia di sapori e odori, dalle arancine alle cassate, ai cannoli alle Panelle, sublime spettacolo per i nostri sensi.

Non dimenticatevi Matera, una delle città più antiche al mondo, denominata la città sotterranea o la città dei Sassi. Un complesso di Case Grotta scavate nelle montagne all’interno di due grandi anfiteatri naturali che sono il Sasso Caveoso e il Sasso Bariano. È stata definita Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e designata Capitale Europea della cultura nel 2019.

Tuffatevi nelle acque cristalline, perdetevi fra i fondali incontaminati, nuotare nelle acque limpide della Sardegna nel Parco Nazionale dell’arcipelago della Maddalena, al largo della Costa Smeralda, un’area protetta marina e terrestre, uno dei pezzi di costa più affascinanti al mondo. Piccolissimi borghi, spiagge bianche, calette nascoste, vita mondana e tradizioni culturali e culinarie imperdibili.

Questa è l’Italia, anzi solo una piccola parte racchiusa in poche righe, descritta con le maggiori ma non uniche città che la caratterizzano.

In questo mondo ci sono 196 stati e noi siamo nati in quel minuscolo 0,50% di territorio mondiale che sulle tabelle matematiche risulterebbe quasi invisibile, incalcolabile, ma se analizzato con attenzione, in tutte le sue dissimili 20 regioni, è la migliore percentuale in cui io sceglierei ancora di nascere.



Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche: