Viaggio in Marocco, alla scoperta delle sue meraviglie

Il Marocco è una meta affascinante, un Paese dell’area mediterranea, facente parte dell’Africa settentrionale. E’ bagnato a Ovest dall’Oceano Atlantico. La capitale amministrativa è Rabat, sulla costa atlantica. Mentre Marrakech, nel centro-sud è il più importante centro turistico del Paese. Facciamo un viaggio alla scoperta del Marocco e delle sue meraviglie.

Cosa vedere in Marocco?

Altrettanto importanti sono Casablanca e Fez. La prima è il cuore economico del Marocco ed è situata nella regione occidentale. Invece Fez è la capitale culturale e religiosa, tanto da essere soprannominata la Città Santa del Marocco. E’ la capitale intellettuale, religiosa e culturale. Tutte queste città sono tra le mete principali delle vacanze in Marocco. Ogni anno riguardano milioni di turisti da ogni parte del mondo. Infatti questo Paese è ricco di storia, cultura e tradizioni. Casablanca e sulla costa mediterranea sono numerosi i locali notturni e dedicati al divertimento e allo shopping.

marocco
Moschea – Casablanca 8pixabay.com)

Le quattro città imperiali sono mete imperdibili. Nel corso dei secoli sono state scelte dalle varie dinastie regnanti come capitali-residenze e abbellite con monumenti, moschee, mederse e palazzi sontuosi. Sono Rabat, Fez, Marrakech e Meknès. Si distinguono da tutte le altre città del Marocco per la ricercatezza degli edifici. Molto affascinanti sono le loro medine, cioè i quartieri più antichi, risalenti al IX secolo. Caratterizzati da una particolare struttura a labirinto.

marocco
Rabat, paesaggio del Sahara (pixabay.com)

Viaggio in Marocco: Marrakech

Marrakech è la più importante delle quattro città imperiali. E’ sede di mercati tradizionali molto affascinanti. Si distingue dalle altre tre città per il suo particolare stile andaluso. Viene riproposto nel Souq, nell’imponente minareto della Koutoubia e nella piazza Djemaa el Fna dove si organizzano dei veri e propri bazar all’aria aperta con giocolieri e acrobati.

A otto ore di distanza sorge Fez. Oltre al palazzo reale e alla Città Nuova, non si può perdere la Medina. Sede di mercati di ogni genere, e Borj Sud. Si tratta di un’antica fortezza ormai allo stato di rudere che sorge a sud della città. Su di una collina dalla quale si gode un’impressionante vista panoramica.

 Marocco
Piazza Djemaa el Fna, Marrakech – Marocco (pixabay.com)

Tangeri

Un’altra meta molto apprezzata dai turisti e Tangeri, situata a pochi chilometri dallo stretto di Gibilterra. Ricca di musei, è ricordata in particolare per quello di Forbes, quello della Vecchia Legazione Americana e il museo di arte marocchina. In quest’ultimo si trovano oggetti che risultano delle vere e proprie opere d’arte. Si tratta di gioielli, tappeti, tessuti e ricami provenienti da varie località del Marocco. Invece nel Museo della Vecchia Legazione Americana sono esposti oggetti pregiati e opere d’arte realizzate a partire dal XVII secolo.

Tangeri è famosa non solo per la sua vita culturale, ma anche per le sue spiagge, fruibili tutto l’anno. Inoltre non si può mancare di visitare le grotte di Ercole. Create dall’erosione della costa rocciosa da parte delle onde, e l’escursione a cammello al tramonto nei dintorni della città.

Per i più avventurosi è possibile anche fare un viaggio oppure un’escursione nel deserto del Sahara. Si tratta di un’esperienza davvero spettacolare, unica al mondo proprio per le caratteristiche speciali di questa regione. Si può optare per il tradizionale viaggio a dorso di cammello o scegliere un mezzo più comodo e veloce come un fuoristrada. Una località da non perdere è rappresentata dalle dune di Erg Chebbi. Le più alte del Marocco (fino a 250 metri) ed estese per decine di chilometri.

marocco
Escursione a cammello nel deserto del Sahara (pixabay.com)

Piatti Tipici

Qui si trova la cittadina di Merzouga. Sorta attorno a un’oasi e abitata dai Berberi, l’etnia autoctona del Marocco. Infine non si può mancare di gustare le specialità locali, come il cous cous, i datteri locali (a Erfoud ogni anno si tiene il festival dedicato) e la tradizionale tajine, a base di pollo e verdure.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here