Una vasca piena di acqua mortale è stata scoperta nel Golfo del Messico, le sue acque velenose sono terribilmente pericolose.

La vasca mortale nel Golfo del Messico

Al largo di New Orleans, nel Golfo del Messico, è stata scoperta una vasca piena di acqua che ha raggiunto un tale livello di salinità da diventare addirittura velenosa.

La scoperta è stata fatta da sub che, esplorando le profondità del mare, hanno notato un’insenatura larga 30 cm per 10 di profondità mai vista prima.

vasca mortale nel Golfo del Messico
Vasca mortale nel Golfo del Messico (buongiornolink.com)

La particolarità di questa pozza è che le sue acque sono così dense e calde da non mescolarsi con quelle dell’Oceano Atlantico che le circonda. Questo luogo si è trasformato in un vero e proprio cimitero per la fauna marina che, avventurandosi in queste acque ha trovato solo la morte, infatti crostacei e pesci si sono cristallizzati al contatto con l’acqua.

Il motivo per cui è presente una così elevata salinità, rispetto a quella dell’oceano, è data dalla presenza dei minerali che rendono l’acqua densa e portatrice di morte, oltre alla grande quantità di metano e idrogeno solforato.

Esistono però dei superstiti, alcuni sono riusciti a sopravvivere a questo liquido tossico. Sono stati trovati delle cozze e dei vermi tubo che sono riuscita ad adattarsi alla vita di questo micro habitat nocivo per gli altri, la loro fortuna è quella di aver trasformato le sostante velenose in nutrimento.

La piscina apocalittica ricorda il Lago Natron, nella parte settentrionale della Tanzania, che pietrifica gli animali che si avvicinano ad esso. La pozza del Golfo del Messico è stata ribattezzata “Jacuzzi of despair”, ovvero la piscina della disperazione, nonostante la profondità, la sua temperatura gira intorno ai 19 gradi. Il Problema è che i piccoli esseri viventi che attraversano le sue acque muoiono in pochi secondi, andandosi a depositare sul fondo della vasca, avvolti da un sottile strato di sale.

I residenti conoscono bene la pericolosità del luogo vista l’elevata mortalità dell’acqua, ma ci sono visitatori che approdano in queste terre proprio per esplorare.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una (scegli l'importo)
carte paypal



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

3 Commenti

  1. Con tutto il rispetto per il lavoro che fate, non vi pare un po’ in “ritardo” dare notizie risalenti a un paio di anni fa?

    • Grazie per il commento, i nostri articoli puntano ad informare e a diffondere anche curiosità risalenti a qualche anno fa. Se hai qualche notizia recente che vuoi condividere saremo lieti di pubblicarla a tuo nome oppure su tua segnalazione.
      Continua a seguirci!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.