Che sia estate o inverno la Transiberiana d’Italia sa come affascinare i suoi passeggeri, del resto è la ferrovia panoramica più bella del Paese.

Il nome Transiberiana d’Italia risale al 1897 quando venne paragonata alla linea ferroviaria Mosca-Vladivostok per via dell’abbondante neve che caratterizza il suo percorso.

Transiberiana d'Italia
Transiberiana d’Italia (abruzzolive.it)

Da Roma a Roccaraso sulla Transiberiana d’Italia

Il treno storico aggiunge una novità alla sua tratta, coloro che vogliono salire a bordo per un bellissimo viaggio panoramico che attraversa Campo di Giove, Pescocostanzo e Roccaraso per arrivare a Sulmona, ora può partire anche da Roma.

Appuntamento sabato 23 febbraio, 2 marzo e 9 marzo alle 10.00 alla stazione Termini di Roma, oppure a quella di Tivoli alle 10.56 o Avezzano alle 12.14, e via verso Sulmona, la città dei confetti. Il giorno successivo alle 8.45 si riprende il treno per una giornata da passare sulla neve.

La Transiberiana d’Italia è una linea ferroviaria secondaria dell’Abruzzo e del Molise che da Sulmona passa per Roccaraso, località della Comunità Montana Alto Sangro, e poi Campo di Giove, nel cuore del Parco Nazionale della Majella. Viene chiamata Transiberiana d’Italia per il panorama innevato che si può ammirare percorrendola nei mesi invernali e primaverili, tra borghi, natura e montagne.

Nel periodo natalizio è una delle attrazioni più amate dai turisti che non vedono l’ora di salire a bordo di questo treno storico con carrozze degli anni ’30 e ’40, per raggiungere i mercatini di Natale. Anche dopo le feste il treno promette panorami meravigliosi e atmosfere magiche.

Sulmona, la patria dei confetti

L’occasione perfetta per visitare Sulmona, nel cuore dell’Abruzzo, a ridosso del Parco nazionale della Majella, famosa nel mondo per l’antichissima tradizione nella produzione dei confetti. I negozi di queste prelibatezze dolciarie riempiono la città di colori e profumi deliziosi. Ma Sulmona non è solo questo, da non perdere l’Acquedotto Svevo del 1256, esempio di architettura medioevale, e il Complesso dell’Annunziata composto dalla Chiesa, dal Palazzo e dalla Fontana del Vecchio, la Chiesa di Santa Chiara e la sua Pinacoteca e tanti altri monumenti ricchi di storia.

Sulla neve con il treno

Il mattino successivo alla visita culturale della patria dei confetti, chi vuole può riprendere il viaggio raggiungendo Campo di Giove, Palena, Rivisondoli-Pescocostanzo e Roccaraso, nota meta sciistica dove divertirsi e godersi una giornata all’aria aperta.

Si è liberi di scendere a qualsiasi fermata si voglia per organizzare una sciata in montagna o pranzare nelle baite innevate, si deve tenere a mente però che il treno ripartirà alle 16.40 dal capolinea. Dopo una breve sosta di circa un’ora e mezza a Sulmona si riparte alla volta di Roma con arrivo previsto per le 22.05.

Informazioni e biglietti

I biglietti da Roma Termini, Tivoli e Avezzano, partono da 30 euro andata e ritorno per gli adulti, e da 15 euro per i bambini dai 4 ai 12 anni. Si possono acquistare nei canali Trenitalia; da Sulmona a Roccaraso, il costo è di 28 per gli adulti e 14 euro per i bambini, per acquistarli è necessario rivolgersi all’Associazione Le Rotaie. (prenotazioni@lerotaie.com o 340-0906221).


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here