Cracovia appartiene al novero delle località mondiali più belle, interessanti e popolari. Per poter ammirare tutte le sue bellezze approfittate del lungo ponte di Ognissanti che quest’anno offre ben 4 giorni per poter gironzolare per il mondo. Se stai pensando di trascorrere il weekend a Cracovia, ecco tutte le cose più importanti da vedere assolutamente.

Leggi anche “Dove trascorrere il ponte di Ognissanti? Ecco alcune idee!

Weekend a Cracovia
Weekend a Cracovia (pixabay.com by bodkins18)

Weekend a Cracovia, ecco cosa vedere assolutamente

Spesso al turista capita di visitare in un paio d’ore una località degna di almeno una settimana di attenzioni. O di non poter dedicare più di tre giorni ad una città che, per essere adeguatamente conosciuta, richiederebbe qualche mese di soggiorno. In questi casi il visitatore si affida a qualche guida turistica o a indicazioni provenienti da visitatori casuali e si accontenta di scattare foto o girare brevi filmati per avere un ricordo, seppur sbiadito, di quei luoghi.

Cracovia è un luogo che offre al turista numerose bellezze da conoscere, come una moltitudine di monumenti che testimoniano la storia della città, una ricca vita artistica e culturale, un’atmosfera magica che permette agli abitanti frettolosi e ai visitatori di rallentare, fermarsi e guardarsi attorno. Cracovia è forse l’unica tra le città storiche più note ad offrire una grande quantità di emozioni e soddisfazioni, anche nel caso di una gita veloce.

Cosa vedere a Cracovia? Piazza del Mercato

Piazza del Mercato di Cracovia è la più grande piazza medioevale di tutta Europa (200 x 200 m). La sua superficie ed il suo impatto architettonico-urbanistico sono rimasti invariati sino ad oggi, dando a questo luogo un carattere introvabile altrove. La Piazza del Mercato e la rete stradale della Città Vecchia sono state tracciate nel  1257, in occasione della rifondazione della città in base al diritto di Magdeburgo. Ancora oggi è possibile ammirare il Palazzo del Tessuto, utilizzato come luogo del commercio sin dalla sua inaugurazione.

Nel settembre 2010, sotto la superficie della Piazza del Mercato è stato inaugurato il più grande museo di tutta Europa, con un’area di circa quattro mila metri quadrati. Al suo interno, ad una profondità di circa quattro metri, il museo offre ai visitatori un percorso turistico lungo il quale vengono presentate moderne esposizioni multimediali, che permettono loro di scoprire la personalità europea di questa incantevole città.

Weekend a Cracovia
Weekend a Cracovia: Palazzo del Tessuto. (pixabay.com by DzidekLasek)

Cosa Vedere a Cracovia? Il mercato coperto – Sukiennice

Questo mercato coperto di particolare bellezza appartiene al XIII secolo, ma ai tempi altro non era che un filare di bancarelle di mercanti di stoffe. Solo durante il regno di Casimiro il Grande venne eretto il capannone gotico lungo 108 m, che venne poi distrutto durante un incendio nel 1555. Dopo questa disgrazia, il mercato Sukiennice venne ricostruito e divenne un imponente edificio, con attico in stile rinascimentale decorato da meravigliosi mascheroni. Sulle pareti si possono ancora ammirare gli emblemi delle famiglie dei commercianti e gli stemmi delle principali città placche. Al primo piano  si trova la galleria d’Arte Polacca datata XIX secolo.

Weekend a Cracovia: la Basilica di Santa Maria

La Basilica di Santa Maria, finanziata nel XIII secolo dagli abitanti di Cracovia, è uno dei più bei luoghi di culto di tutta la Polonia. Al suo interno, la meravigliosa policromia di J. Matejki, le vetrate risalenti al XIV secolo e quelle degli artisti S. Wyspianski e J. Mehoffer vi lasceranno con il fiato sospeso.

Di notevole importanza anche la lapide con gli epitaffi delle famiglie importanti. Di inestimabile valore è l’altare opera di Wit Stwosz, alto ben 13 m e largo 11 m. Rappresenta il più grande altare in legno in tutta Europa. Nell’altare si trovano 200 figure di svariate dimensioni, dalle più piccole di pochi centimetri ad alcune di addirittura tre metri, scolpite con estrema precisione.

Una visita è d’obbligo anche alla Chiesa di Santa Croce, Chiesa dei Padri Scolopi, alla Chiesa di Sant’Anna, Chiesa e Convento dei Domenicani, Chiesa e Convento dei Francescani, Chiesa dei santi Apostoli Pietro e Paolo, Chiesa di San Andrea.

La Cattedrale di Cracovia

Questo meraviglioso santuario rappresenta la perfetta unione di epoche e stili. Lo scheletro gotico è circondato da 19 cappelle di svariati stili: gotico, rinascimentale e barocco. Nell’interno cupo e maestoso della Cattedrale si trovano i sarcofagi reali, il confessionale d’argento di san Stanislao, le arcate tardo rinascimentali e il magnifico crocifisso nero di Santa Jadwiga. In questa chiesa si sono tenute ben 37 incoronazioni e al suo interno vi riposano le spoglie di quasi tutti i re polacchi.

Città vecchia di Cracovia

Il centro storico di Cracovia è l’area circondata dal parco Planty, una fascia di verde e giardino pubblico che, partendo dal Barbacane, si dilunga in entrambe le direzioni fino a raggiungere la collina di Wawel. Il parco Planty è stato creato nel XIX secolo , al posto delle mura difensive della parte più antica della città. Su un’area di dimensioni pari a 1500 m x 800 m, dove quasi ogni edificio è un monumento, si trovano alcune decine di musei e gallerie, oltre dieci chiese, teatri, cinema, librerie e negozi di antiquariato, centri commerciali e vie colme di negozi. Inoltre, centinaia di caffetterie, ristoranti e pub. Quest’area metropolitana di Cracovia, seppur di dimensioni ridotte, ospita circa un milione e mezzo di abitanti.

Il percorso turistico più antico e più noto è quello all’interno del parco Planty. Partendo dalla chiesa di San Floriano, presso piazza Jan Matejko, attraversa la porta di San Floriano. Qui, nell’unico frammento ben conservato delle imponenti mura difensive, si trova l’Arsenale, oggi parte del Museo dei Principi Czartoryski, filiale del Museo Nazionale di Cracovia.

Leggi anche “Il Castello Reale del Wawel: una bellezza della città di Cracovia!

Questa è solo una piccola parte da scoprire di Cracovia. Proseguiremo il nostro itinerario nel prossimo articolo. Continuate a seguirci!

 


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una (scegli l'importo)
carte paypal



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.