Borgo di Labro sul lago di Piediluco, un luogo di rara bellezza

Tra i borghi medioevali più belli d’Italia troviamo di certo il Borgo di Labro, un vero gioiello della provincia reatina, al confine tra il Lazio e l’Umbria. Scopriamolo insieme.

Borgo di Labro sul lago di Piediluco, un luogo di rara bellezza

Labro è un piccolo borgo medioevale situato al confine tra Lazio ed Umbria, a seicento metri di altitudine e conta 368 abitanti. Qui lo scenario è a dir poco incantevole: le vallate sottostanti e il lago di Piediluco da un lato e, alle sue spalle, il magnificente monte Terminillo, fanno da cornice a questo luogo rimasto intatto nei secoli e che, ancora oggi, racconta la storia dei popoli vissuti anni e anni fa. Il Borgo di Labro è composto da un gruppo di case e di palazzi inerpicati su una collina sui quali svetta, a difesa, l’antica rocca edificata dalla famiglia Nobili.

A fare da padrone è un mix di elementi umani e naturali che consentono di assaporare il silenzio, la tranquillità e la bellezza che caratterizzano questo luogo.

borgo di labro
Borgo di Labro sul lago di Piediluco, un luogo di rara bellezza (www.dreavel.com)

Cosa vedere a Labro?

Un weekend nel Borgo di Labro vale veramente la pena di pianificare. Una volta giunti sul posto, è d’obbligo una camminata nel centro storico, una visita alla Chiesa parrocchiale di Santa Maria, il palazzo Vitelleschi, sorto nel ‘500 sui resti di un castello del X secolo.

Trovandosi al confine con l’Umbria, da Labro potrete raggiungere in poco tempo le Cascate delle Marmore, il lago di Piediluco. Oppure optare per una visita ai santuari di San Francesco, dislocati per la provincia di Rieti.

Il borgo di Labro ha ottenuto la Bandiera Arancione e il riconoscimento di Destinazione Europea di Eccellenza.

borgo di labro
Borgo di Labro sul lago di Piediluco, un luogo di rara bellezza (hiveminer.com)

Il centro storico di Labro

Nel Borgo si entra attraverso la Porta Reatina, sormontata da un arco. Una volta attraversato rigorosamente a piedi, lo scenario che si presenta è davvero caratteristico. Stradine di pietra fiancheggiate da palazzi in cui, ogni particolare architettonico parla del passato. Nel cuore del paese si trovano tre porte incastonate in mura dalle quali si dipartono tre arterie che si snodano nel paese. Una di esse conduce al palazzo Nobili Vitelleschi la cui visita riserva mirabili sorprese.

Proseguendo verso la parte alta del paese si arriva alla Chiesa Santa Maria del 1508. Proseguendo fino alla parte più alta del Borgo di Labro sarà possibile ammirare un emozionante panorama che si perde all’orizzonte sul lago di Piediluco.

Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here