I castelli hanno sempre esercitato un certo fascino sin dalla loro nascita come dimora di grandi e re e regine ed ora testimoni di antiche tecniche architettoniche. Si mostrano a noi come grandi fortezze con torri, ponti levatoi, fossati, bastioni e un intrecciarsi di stanze, passaggi segreti e stanze nascoste. Ma quando diventano castelli infestati l’immaginario cambia…

  • Castello di Montebello
  • Castel Sant’Angelo
  • Castello di Gropparello
  • Castello di Poppi
  • Castello dei Malaspina
  • Castello della Rotta
  • Castello Scaligero
  • Castel del Monte

Castelli infestati, misteri e macabre leggende

L’immaginario comune, influenzato dalla lunga tradizione di favole e racconti, li dipinge come luoghi dove un tempo grandi sovrani, principi e principesse, conducevano le loro regali vite tra cerimonie, banchetti e danze.  L’aurea magica e affascinante però spesso si colora di toni macabri e lugubri, andando ad incupire così quella sfavillante immagine. Numerosi sono infatti i castelli famosi per essere infestati da fantasmi o entità ultraterrene, diventando teatro di tragiche vicende che hanno ispirato le più agghiaccianti leggende. Sono proprio questi antichi misteri che accendono in noi la curiosità sfamando così il nostro gusto dell’horror.

castelli infestati
Castello infestato (tombud by pixabay.com)

Quando vedere i fantasmi? Quali sono i momenti più propizi?

Ogni castello che si rispetti ha un fantasma che vaga tra le sue mura, con lo scopo di spaventare gli avventori suscettibili ad ogni piccolo movimento. Per coloro che credono nel paranormale sarà esaltante riuscire a captare qualsiasi segno della loro presenza.

Secondo le credenze popolari, i momenti più propizi per poter assister a fenomeni di questo genere nei castelli infestati sono i solstizi e gli equinozi. A quanto pare durante questi periodi di passaggio da una stagione all’altra, le barriere dimensionali che separano i vivi e i morti si assottiglierebbero, per ragioni ignote, permettendo così il facile transitare delle entità. In questi periodi dunque sarebbe più facile percepire i fenomeni paranormali e assistere alla manifestazione di fantasmi, spiriti e quant’altro.

Oltre ad equinozi e solstizi ci sono altri momenti favorevoli per avvistamenti di questo genere. Come la festa di Samhain, di origine celtica, che corrisponde ad Halloween o Ognissanti il 31 ottobre e il 1 novembre. Poi c’è anche la festa di Beltane del 30 aprile – 1 maggio. Senza dimenticare i giorni di tempora del rito romano della Chiesa cattolica legati alla santificazione del tempo nelle quattro stagioni. Le 4 giornate di tempora sono anche chiamate Tempora d’Avvento, di Quaresima, di Pentecoste e di settembre.  E’ in questi momenti che si riuscirebbe a percepire i fenomeni ultraterreni, soprattutto in prossimità di ley lines. Si tratta di presunti “allineamenti” tra punti geografici di interesse, come monumenti e megaliti, ai quali vengono attribuiti da alcuni movimenti pseudoscientifici e New Age ipotetici poteri magici o spirituali.

Castelli infestati: quali visitare assolutamente?

Dopo aver risposto alla domanda quando, passiamo al dove. I castelli sono sicuramente la location più gettonata. Il mondo è pieno di queste antiche fortezze dalla bellezza e dal valore inestimabili, arricchite dal fascino delle antiche leggende e dalla presenza di qualche sventurato spirito.

La Gran Bretagna per esempio è uno dei luoghi più infestati, i fantasmi si legano alla sua storia e alla sua tradizione. La Torre di Londra, dove venivano rinchiusi i prigionieri politici, si dice sia frequentata dai loro fantasmi. Il primo fantasma fu avvistato nel 1241, quello di Tommas Becket, che venne assassinato nella cattedrale di Canterbury settantuno anni prima. Tra le apparizioni c’è anche quella di Anna Bolena, seconda moglie di Enrico VIII, che governò per 1000 giorni finché non venne decapitata per volere del re. La leggenda più famosa è quella che vede il suo fantasma aggirarsi con la testa sotto il braccio presso il castello di Hever, alla Blickling Hall, alla chiesa di Salle, alla Torre di Londra e alla Marwell Hall.

Castelli infestati d’Italia: Castello di Montebello

Anche il Bel Paese è pieno di castelli custodi di terribili leggende e casa di spiriti che non trovano pace. Tra i castelli infestati d’Italia troviamo il Castello di Montebello, a Rimini nella Valle del Marecchia, che il 21 giugno del 1375 fu teatro di una misteriosa vicenda. La leggenda è legata al fantasma di Azzurrina, la piccola bambina dai capelli azzurri che scomparve misteriosamente. Da quel giorno il suo pianto riecheggia tra le mura del castello.

Leggi anche: Il pianto di Azzurrina riecheggia nel Castello di Montebello

Castel Sant’Angelo

Nella capitale invece troviamo il famoso Castel Sant’Angelo che oltre ad essere uno dei simboli di Roma, è anche la dimora di un fantasma, quello di Beatrice Cenci. La morte della fanciulla è da sempre rimasta avvolta dal mistero e a distanza di 500 anni c’è chi afferma che il suo spirito ancor vaghi per il castello.

Leggi anche:Di chi è Il fantasma che si aggira a Castel Sant’Angelo?

Castello di Gropparello

Arroccato su uno sperone roccioso, nella provincia di Piacenza, invece il castello di Gropparello si narra sia stato teatro di una tragica vicenda.  Tra le mura di questo imponente castello medievale nacque l’amore tra la bella castellana e il nemico Lancillotto Bracciforte. I due amanti vennero scoperti e il destino che venne riservato alla donna è uno dei più tragici mai sentiti. Ancora oggi si sente la sua voce invocare aiuto.

Leggi anche: L’incantevole Castello di Gropparello teatro di una tragica vicenda

Castello di Poppi

In Toscana il Castello di Poppi invece è considerato uno dei castelli più infestati d’Italia. Il fantasma della Contessa Matelda che uccideva i suoi amanti sembra vagare nelle vicinanze del castello alla ricerca di uomini da conquistare.

Leggi anche:Il castello dei Conti Guidi di Poppi, uno dei luoghi più macabri d’Italia

Castello dei Malaspina e Castello della Rotta

Di donne murate vive tra le mura del castello le storie dei castelli d’Italia sono piene, come quella del Castello dei Malaspina. Fantasmi di cavalieri, suore, nobili e soldati morti in situazioni tragiche e sventurate, come quelli che infestano il Castello della Rotta, vagano tra le mura dei castelli più belli d’Italia arricchendo così il fascino di queste già splendide costruzioni.

Leggi anche: Castello della Rotta, il luogo più infestato d’Italia

Castello Scaligero e Castel del Monte

Guerre, vendette, amori sfortunati come quello di Ebengardo e Arice nel Castello Scaligero nella meravigliosa Sirmione: visita la sua Darsena restaurata!

Per non parlare poi dei simbolismi e i misteri nascosti in luoghi come Castel del Monte, il castello misterioso in Puglia.  La particolarità più interessante di questo esempio di architettura medievale e non solo, è il rigore geometrico e astronomico della sua planimetria. L’intera costruzione è stata edificata prendendo come tema ricorrente il numero otto. Tutto è stato studiato in modo da creare precise simmetrie e giochi di luci nei giorni di solstizio ed equinozio. Tutto questo crea un alone di mistero che affascina da secoli studiosi e visitatori.

Leggi anche: Castel del Monte: un castello intriso di simbolismi e misteri dalla bellezza mozzafiato

I castelli infestati in Italia, come il resto del mondo, sono numerosi. Affascinanti e allo stesso tempo macabre location che fondono storia, leggende e misteri diventando mete gettonate da turisti e visitatori.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here