Il mondo è ricco di tradizioni ed usanze decisamente strane e bizzarre e questo è senza dubbio uno degli aspetti che rende un viaggio in qualsiasi parte del globo interessante. Ma quali sono le tradizioni e le usanze più strane del mondo, quello che davvero possono lasciare a bocca aperta chiunque? Qui di seguito ecco una carrellata decisamente divertente ed originale. Ve ne è davvero per tutti i gusti.

Farsi picchiare sui piedi da amici e parenti

Farsi picchiare sui piedi da amici e parenti, tradizione della Corea del Sud. Photo Credit: Cinque cose belle

La nostra carrellata inizia dalla Corea el Sud, dove per quanto riguarda i matrimoni resiste una tradizione decisamente particolari. La sera del grande giorno lo sposo deve obbligatoriamente rimanere a piedi nudi e dopo essersi fatto legare le caviglie con una corda deve farsi picchiare sui piedi dai suoi amici pià cari. Questo rituale, che risulta essere antichissimo, dovrebbe, almeno secondo la tradizione, rendere più forte e paziente il novello sposo.

Il salto del neonato

Usanza del Salto del Neonato in Spagna. Photo Credit: Keblog

Spostandosi in Spagna non si può non parlare ovviamente di El Colacho, ovvero quella festa nota in lingua italiana con l’appellativo di “salto del neonato”. Questa festa si celebra ogni anno a Castrilllo de Murcia e dura sempre almeno 4 giorni. Nel corso di questa festa degli uomini travestiti da diavoli devono correre per strada, saltando in mezzo a dei neonati adagiati lungo il percorso. Tale rito, nella tradizione iberica, dovrebbe servire a proteggere i neonati dagli spiriti maligni.

Il lancio dei legumi

Si torna in Asia e precisamente in Giappone, dove il 3 febbraio di ogni anno ricorre il setsubun. Chi conosce bene le tradizioni nipponiche sa bene che questa tradizione vede coinvolte le famiglie. Il maschio più grande, quindi spesso il padre, si veste da spirito maligno e tutti i suoi familiari devono tirargli addosso qualcosa, che il più delle volte consiste in legumi. Anche in questo caso, così come la tradizione spagnola di cui si è parlato poco fa, si tratta di una usanza legata alla volontà di scacciare gli spiriti maligni.

Il trasporto della moglie, e come premio?

Il trasporto della Moglie. Photo Credit: Bigodino

Anche in Scandinavia vi sono tradizioni decisamente bizzarre. Basti pensare a quella denominata “Trasporto della moglie”, la quale ha origine abbastanza recente, visto che si è concretizzata per la prima volta nel 1992. Ogni anno, da allora, nella città di Sonkajärvi si svolge una vera e propria corsa che di solito è lunga circa 300 metri e in cui gli uomini devono correre portando sulle spalle le proprie mogli. Molto interessante è il premio per il primo classificato, che si porta a casa un quantitativo di birra uguale al peso della consorte.

Uomo nero tra le vie delle cittadine austriache

Festa Krampusnacht in Austria. Photo Credit: People | HowStuffWorks

Rimanendo in Europa, vale la pena citare la strana tradizione austriaca legata al periodo dell’Avvento. A Vienna e nelle altre città austriache nella notte tra il 5 ed il 6 dicembre si svolge il Krampusnacht, festa che ha origini antichissime, legate ai periodi di carestia. Nella notte in questione i giovani si vestono da diavoli e vanno in giro per la città cercando di spaventare i bambini che nel corso dell’anno non si sono comportati bene.

Il rapimento della sposa

Decisamente originale è anche il cosiddetto “Rapimento della sposa”, tradizione molto antica che però è ancora decisamente attuale in Romania. Questo momento è quello più importante di tutto il giorno delle nozze e secondo alcune fonti storiche le sue origini sarebbero da ricondurre ad uno degli eventi più importanti dell’inizio della storia di Roma, ovvero il Ratto delle Sabine. Ebbene, questa tradizione romena prevede che la sposa venga “rapita” da un invitato scelto precedentemente e che lo sposo possa liberarla o dando in cambio delle bottiglie di liquore oppure con una promessa d’amore eterno fatta davanti a tutti gli altri invitati.

Come si può intuire già solo da queste tradizioni di cui si è detto, il mondo è ancora oggi davvero ricco di usanze originali e legate alla cultura locale. Vale la pena scoprire e apprezzare.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una (scegli l'importo)
carte paypal



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.