Leeuwarden, capitale europea della cultura 2018. Ecco perché merita di essere visitata!

Ecco cosa vedere a Leeuwarden, in Olanda, scelta come Capitale della Cultura 2018.

Accogliente, silenziosa e di grande valore architettonico, Leeuwarden è una cittadina olandese nella regione della Frisia, nonché capitale europea della cultura 2018. Coerente con il caratteristico stile del Paese, anche Leeuwarden è fatta di canali navigabili, ponti e piste ciclabili, si potrebbe definire quasi una piccola Amsterdam. Visitata ogni anno da un gran numero di turisti, scelta anche come tappa intermedia per un viaggio più ampio del Paese.

Un piccolo gioiello olandese

Leeuwarden
Leeuwarden (wijnspijs.nl)

Il tour della città inizia nel quartiere Nieuwestad, qui sono concentrate gran parte delle attrattive compresa l’Oldehove, una torre pendente, simile a quella di Pisa, costruita nel 1529 e da allora divenuta celebre in tutta Europa. Spostando lo sguardo, vicino alla torre c’è la statua di Peter Jellers Troestra, a capo di una rivoluzione socialista alla fine della Seconda guerra mondiale, che però non si attuò mai. Sempre in zona merita una visita il Waag, una vecchia pesa che veniva utilizzata negli anni tra il 1400 e il 1700 per pesare materiali come il burro.

Leeuwarden
Leeuwarden (aguidetoleeuwarden.nl)

I musei rivestono una parte importante della città. Trai più noti c’è il Fries Museum, in cui si possono vedere i manufatti dedicati alla storia della di questa zona. In particolare, un’attenzione quasi maniacale è riservata agli utensili con cui venne costruita la diga olandese che contraddistingue la regione. A seguire troviamo il Princessehof Museum, un museo di livello nazionale che raccoglie splendidi oggetti di ceramica provenienti dall’Olanda e dalla Cina.
Una città che si avvicina anche ai turisti più giovani con molte attrattive come il Natuurmuseum dove sono esposti reperti naturali provenienti dai Paesi Bassi. All’interno del museo c’è una zona dedicata all’esplorazione dei canali olandesi dal punto di vista di un pesce, mentre nella zona dedicata ai volatili ci si può immaginare il punto di vista di un uccello.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here