Tra misteri, racconti fiabeschi, maghi e cavalieri, vivi una vacanza all’insegna della scoperta e del divertimento con tutta la famiglia. ecco il viaggio sulle tracce di Re Artù e Merlino.

Sulle tracce di Re Artù e Merlino: Forêt de Brocéliande

Artù e merlino
La foresta di Brocéliande (foto by pixabay)

Ritrovarsi nel mezzo di una foresta dal fascino misterioso seguendo i passi di impavidi cavalieri e potenti stregoni trasforma una vacanza in una vera e propria avventura, tutta dal sapore medievale. La Forêt de Brocéliande è un bosco di querce e faggi, è il luogo in cui è nata e si è sviluppata la leggenda di Re Artù, di Merlino, e dei loro cavalieri della tavola rotonda.

La Forêt de Brocéliande è situata nel dipartimento dell’Ile et Vilaine, a circa 30 chilometri da Rennes, il capoluogo della Bretagna, conosciuta per le sue case medievali in legno e muratura e per la maestosa cattedrale. La foresta si trova, dunque, nella Francia nord-occidentale. Ma se cercate questo luogo sulle mappe non ne troverete traccia, eppure è li racchiusa in un “magico” miscuglio di rocce, boschi e laghi. Inoltre, questi luoghi, come prevedono le storie di Artù e del suo seguito, sono ricchi di castelli e villaggi.

Proprio da questa magnifica foresta nascono le leggendarie vicissitudini che hanno reso Re Artù, Merlino ed i cavalieri dei personaggi eroici e magici, descritti nei romanzi di Jacques Boulenger (I Romanzi della Tavola Rotonda). Per chi è amante di queste avventure, vivere una vacanza in questi luoghi potrebbe realizzare un sogno vero e proprio.

Sulle tracce di Re Artù e Merlino: il castello di Comper

Nella valle che si estende davanti alla vecchia roccaforte di Dionas, si trova Comper. In questo luogo, secondo la leggenda Merlino ha costruito per la maga Viviana un meraviglioso palazzo di cristallo. Per evitare che gli uomini possano individuare questa costruzione, Merlino lo nascose mostrandolo apparentemente come un lago. Solo a coloro che si lasceranno trasportare sulle ali dell’immaginazione la  Dama del Lago (Viviana) permetterà di vedere anche per un solo istante il riflesso del suo regno.

Oggi, il che castello è visibile a tutti il Centro dell’Immaginario Arturiano. Si tratta di un museo che ripercorre la leggenda di re Artù, all’interno del quale è possibile, quindi, ammirare quadri, scritti, filmati e bellissime riproduzioni a grandezza naturale dei personaggi principali di queste leggende.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una (scegli l'importo)
carte paypal



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.