Cameron Highlands è uno dei tanti gioielli che la Malesia ha da offrire. Una splendida località dove rilassarsi e ammirando le meravigliose colline ricche di piantagioni di tè e foreste.

Cameron Highlands

Cameron Highlands è un piccolo distretto nello stato del Pahang, situato a Nord-Ovest della Malesia. Le sue colline verdeggianti fanno parte della catena montuosa Titiwangsa e raggiungono un’altitudine tra i 1300/1800 metri. Si tratta di una vasta aerea occupata da piantagioni di tè e foreste di un verde intenso, inoltre questa zone rappresenta un’importante risorsa per il paese perché si trova un grande comprensorio di agricoltura diversificata tra ortaggi, frutta, fiori e soprattutto e soprattutto è la maggior produttrice di te malese.

Leggi anche: Kuala Lumpur, la capitale dei contrasti. Il mio viaggio dai mille volti

Un po’ di storia e curiosità

cameron highlands
Cameron Highlands. (www.flickr.com/)

Il nome deriva da Sir William Cameron, un geometra inglese, che ebbe il compito dal governo nel 1885 di mappare l’area. Il suo lavoro purtroppo andò perso perché morì subito dopo la spedizione sulla via di ritorno per Singapore.

Una seconda spedizione venne organizzata circa 40 anni dopo e venne così scoperta un’area eccellente per la coltivazione di verdure e ortaggi. Una risorsa molto importante per i coloni inglesi che avrebbero ridotto le spese di importazione coltivando sul posto.

Con la costruzione di una strada che partiva da Tapah, presto le Cameron Highlands vennero abitate da molti britanni che volevano fuggire dal caldo umido verso zone più fresche, fino a stabilirvisi in maniera permanente.

Leggi anche: George Town, un frammento della Malesia dal fascino coloniale contaminato dalla Street Art

La coltivazione del tè è indubbiamente la risorsa più importante dell’area fin da quando nel 1929, John Archibald Russell, figlio di un ufficiale britannico, decise di investire sulla piantagione che oggi è la più famosa in Asia: la “Boh Tea Plantation”.

Con l’invasione giapponese gli inglesi lasciarono i loro domini per poi rimpossessarsene in un secondo momento quando le truppe giapponesi si ritirarono dalla Malesia. Cameron però fu anche teatro di una guerra civile tra ribelli comunisti malesi e le truppe inglesi e malese.

Leggi anche: Una foresta primordiale nella Malesia selvaggia, ecco a voi il Taman Negara!

Oggi Cameron Highlands hanno ancora un ruolo importante per l’agricoltura e il turismo del paese: molti turisti accorrono in zona per visitare le piantagioni di tè e fragole, per fare escursioni sul monte Brinchang o scoprire i piccoli villaggi aborigeni della foresta.

Collegamenti per le Cameron Highlands

Per arrivare a Cameron bisogna passare necessariamente via terra, non ci sono aeroporti o ferrovie. Partendo da Kuala Lumpur sono circa 4 ore di macchina. Ci sono pullman che partono da Kuala Lumpur, Ipoh e Georgetown per giungere alla stazione dei bus di Tanah Rata.

Leggi anche: Malesia on the road: consigli per noleggiare un’auto alla volta del Taman Negara


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una (scegli l'importo)
carte paypal



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.