Centro storico di Firenze – Patrimonio Unesco da gustare

I paesaggi, il patrimonio artistico e le importanti città, come il centro storico di Firenze, rendono la Toscana unica al mondo. Ci sono luoghi che meritano una visita perché racchiudono in sé secoli di storia, arte e cultura. Città in cui semplicemente camminando per strada si possono contemplare le innumerevoli meraviglie create dall’uomo. Firenze è una di quelle mete che una volta visitate non si dimenticano più.

Pasqua in Toscana? Scegli la sistemazione migliore su trivago e prenota ora il tuo viaggio!

Centro storico di Firenze: Patrimonio dell’Umanità.

Il Centro Storico di Firenze è stato iscritto nella Lista UNESCO del Patrimonio Mondiale il 17 dicembre 1982. Il capoluogo toscano è una città viva da innumerevoli punti di vista. Qui si possono visitare musei, ammirare chiese e costruzioni di altri tempi. Apprezzare vedute panoramiche da sogno e optare per tranquille passeggiate. Il centro storico di Firenze in particolare conserva alcuni dei luoghi più suggestivi della città.

Panoramica di Firenze. (cosavisitare.com)

Viene definito “una realizzazione artistica unica nel suo genere, un capolavoro d’opera, il risultato di una continua creazione protrattasi per oltre sei secoli”. In grado di esercitare “una influenza predominante sullo sviluppo architettonico e delle arti monumentali prima in Italia e poi in Europa”. Conserva ancora “antiche strade intatte, palazzi fortificati, logge, fontane, un meraviglioso ponte risalente al quattordicesimo secolo”. Che raggiunse un “potere economico e politico in Europa tra il quattordicesimo ed il diciassettesimo secolo”. Fu coinvolto “in eventi di importanza internazionale.

Centro storico di Firenze: cosa visitare?

Centro spirituale della città è la Piazza del Duomo con la Cattedrale di Santa Maria del Fiore affiancata dal Campanile di Giotto e fronteggiata dal Battistero di San Giovanni con le porte del Paradiso di Lorenzo Ghiberti. Da qui verso settentrione ci sono il Palazzo Medici Riccardi di Michelozzo, la Basilica di San Lorenzo di Filippo Brunelleschi, con all’interno le preziose sagrestie di Donatello e Michelangelo. Più oltre il Museo di San Marco, con i capolavori del Beato Angelico, la Galleria dell’Accademia che accoglie, tra gli altri lavori, anche il David di Michelangelo (1501-1504) e la piazza della Santissima Annunziata con il Loggiato degli Innocenti del Brunelleschi.

Santa Maria del Fiore è la quarta chiesa d’Europa per grandezza. (10cose.it)
Inoltre…

Il centro politico-culturale di Firenze è caratterizzato da Palazzo Vecchio e la vicina Galleria degli Uffizi, in prossimità della quale si trovano il Museo del Bargello e la Basilica di Santa Croce. Attraversando Ponte Vecchio si arriva al quartiere dell’Oltrarno con la reggia di Palazzo Pitti e il giardino di Boboli. Ancora in Oltrarno, ci sono la Basilica di Santo Spirito di Filippo Brunelleschi e la Chiesa di Santa Maria del Carmine, con affreschi di Masolino, Masaccio e Filippino Lippi.

La Galleria degli Uffizi fu ordinata nel 1560 da Cosimo I de’ Medici, primo Granduca di Toscana, per accogliere gli “uffizi”, cioè gli uffici amministrativi e giudiziari di Firenze. (emaze.com)

Nella zona ad occidente del Duomo sorgono l’imponente Palazzo Strozzi (sede di grandi mostre e di prestigiose istituzioni culturali) e la basilica di Santa Maria Novella, con la facciata ideata da Leon Battista Alberti.

Centro storico di Firenze: Patrimonio Unesco da gustare.

Ma Firenze non è famosa solo per l’arte e la cultura che la contraddistinguono. Una menzione speciale è meritata anche dalla sua cucina. Quali prelibatezze assaporare nel suo centro storico? Se volete iniziare la giornata nel migliore dei modi recatevi in una delle numerose caffetterie del centro. Concedetevi un succo o una spremuta, accompagnati da caffè o cappuccino e da un dolce. Una delle delizie tipiche della zona sono i Cantucci. Biscotti che di solito vengono proposti insieme al vino. Ma che possono essere gustati anche nel momento della colazione.

Gastronomia toscana: cosa mangiare a pranzo.

A pranzo assaporate forse il più celebre piatto tipico del posto: la fiorentina. Gustatela con un contorno di verdure o di patate e accompagnatela con del pane bruschettato. I migliori ristoranti per assaporarla sono Perseus, Buca Lapi, Sergo Gozzi. Mentre tra le trattorie troviamo Pallottino. Ma il celebre taglio di carne non è l’unica pietanza da gustare con calma, magari accompagnata da un bel calice di vino. Altri piatti tipici della zona sono infatti la trippa alla fiorentina e le minestre di pane. Tra i contorni uno dei più rinomati del posto sono gli spinaci alla fiorentina. Rammentate che in Toscana la cultura enogastronomica ha un peso indubbiamente importante. Quindi fatevi consigliare su come accompagnare ogni piatto con del buon vino.

Bistecca alla fiorentina: si cuoce alla brace oppure alla griglia, con un grado di cottura “al sangue”. (ilcaminettodelchianti.com)
Gastronomia toscana: cosa mangiare a cena.

A cena concedetevi un tagliere ricco dei salumi e di formaggi tipici della zona. Essi vi verranno serviti sovente insieme a confetture o ad alimenti in grado di esaltare certi sapori. Tra i migliori locali per questo tipo di pietanze troviamo il Piccolo Ristoro Fiorentino, Mangiafoco Wine Bar e All’Antico Vinaio, luogo molto celebre per le sue schiacciate ripiene.
Per chi ha voglia di luoghi romantici e raffinati si consiglia la Bottega del Buon Caffè o il Lungarno Bistrot. Mentre chi ha voglia di consumare un pasto veloce ed economico ma comunque all’insegna dei prodotti tipici e dei sapori locali può recarsi a Panini Toscani o a Il Bufalo Trippone.

Cosa c’è di meglio di un ricco tagliere di salumi e formaggi tipici della zona accompagnati da un buon vino?(enjoytoscana.it)
E per gli spuntini?

Amici di Ponte Vecchio, Marco Ottaviano Il Gelato Gourmet e Il Cantuccio di San Lorenzo sono i posti che fanno per voi. Vi permetteranno di gustare delizie dolci o salate in base ai vostri gusti e ai desideri di quel momento.

Ma Firenze è anche e soprattutto Street Food. E a Firenze dire street food equivale a dire Lampredotto! Se vuoi conoscere questa specialità, o soltanto conoscere il posto migliore di Firenze dove assaggiarla, clicca qui!

Il mitico Lampredotto fiorentino

Non perdere altri interessanti tour gastronomici in località Patrimonio dell’Umanità:

Venezia e la sua laguna – Patrimonio Unesco da gustare;

Veneto – Patrimonio Unesco da gustare;

Pisa Piazza dei Miracoli e centro storico di San Gimignano – Patrimonio Unesco da gustare.

Se avete suggerimenti, osservazioni o esperienze di viaggi da raccontare scriveteci! Li pubblicheremo su TRAVEL – Mondo viaggiare con la vostra firma!

Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente! Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE

La tua opinione per noi è molto importante.
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici


Potrebbe interessarti anche:
Condividi
Pubblicato da
Tiziana Passalacqua

Ultimi articoli

Cammini sul mare in Italia da fare assolutamente

In Italia ci sono più di 8.000 km di coste con bellissimi percorsi da fare…

18 Gennaio 2023

Cosa vedere in Liguria

Cosa vedere in Liguria? Sono pressoché infinite le mete da raggiungere: in questa guida, vi…

16 Gennaio 2023

Il mondo di Banksy nel cuore della Capitale

A Roma presso la stazione Tiburtina, l'artista Banksy ci delizia con una mostra che racconta…

10 Gennaio 2023

Cosa vedere in Sila

Cosa vedere in Sila, un Parco Nazionale esteso oltre 150.000 ettari fra la provincia di…

30 Dicembre 2022

Vacanze di Natale a New York

È sempre una grande emozione trascorrere le vacanze di Natale a New York, è un’esperienza…

27 Dicembre 2022

Galleria Spada: tra dipinti barocchi e false prospettive

Per trascorrere una domenica all'insegna dell'arte e della cultura, vi suggerisco di andare a visitare…

7 Dicembre 2022