Giochi d’acqua, pietre e scogliere: conoscete il Giardino delle Cascate?

A 56 anni dalla prima inaugurazione a Roma torna a risplendere il Giardino delle Cascate

Il Giardino delle Cascate, dopo 56 anni dalla prima inaugurazione, è stato riportato allo splendore originale. Il Giardino delle Cascate, non è un sito antico come le rovine dei Fori Imperiali, ma ha partecipato alla scrittura di una storia diversa: le Olimpiadi Romane del 1960.

La storia del Giardino delle cascate

Giardino delle Cascate
Inaugurazione del Giardino delle Cascate nel 1961 (http://www.eurspa.it)

Nel 1961 Raffaele De Vico ha realizzato un’opera sobria, lineare ma dall’animo potente e coinvolgente. Si tratta di un capolavoro dell’arte moderna racchiuso tra getti e zampilli danzanti di acqua. Al centro del giardino un laghetto con una meravigliosa cascata abbellita ulteriormente da un originale Hashi. Un Hashi è un ponte pedonale giapponese dalla pavimentazione a vetrata, che collega il bacino artificiale del Parco centrale del lago dell’Eur, alle altre sponde tra le cascate. Il Giardino delle cascate è un luogo di immensa bellezza che vale la pena di visitare. È, anche, un’ottima meta per un week end romantico o in famiglia!

Il restauro e la riapertura

Giardino delle Cascate
Il Giardino delle Cascate dopo il restauro e la riapertura (http://nst.sky.it)

Finalmente dopo 56 anni di inutilizzo, questa area verde e carica di una forte potenza architettonica, è stata riaperta al pubblico questa estate. Il Giardino delle Cascate, usato fino a giugno di quest’anno, solo per set cinematografici è stato riattivato e restaurato completamente, per essere riaperto al pubblico. Si tratta di un angolo verde e meraviglioso della Roma di ieri, ormai finita nel dimenticatoio. Il giardino si trova nel quartiere Eur di Roma, all’interno del contesto che ospita l’ormai altrettanto famoso laghetto.

Il progetto di restauro, che ha portato alla riapertura del sito questa estate, ha previsto anche la riparazione completa del ponte Hashi, l’originale ponte giapponese, realizzato da Zagari. Alcuni vandali, infatti avevano danneggiato la vetrata che caratterizza il ponte. Questo elemento è importante perchè esso attraversa la cascata centrale, unendo le diverse sponde, creando un ambiente unico tra lago e il giardino. Un luogo romantico in cui trascorrere giornate in relax restando nella meravigliosa città di Roma.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Deborah Farinon
In volo sulle ali della mia fantasia! Così mi descrivo sin da quando sono una bambina, perché così è come mi sento: sono curiosa e adoro farmi stupire continuamente da ciò che mi circonda, amo la natura, le sfide, la creatività. Tutto questo mi ha permesso di diventare la persona che oggi sono e fare il lavoro dei miei sogni: l’educatrice! Non si deve mai aver paura di mettersi in gioco!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here