Kenya? Diciamolo pure, per il grande pubblico italiano esiste un ante ed un post. Un ante Briatore, ed un post Briatore. E si perchè nell’immaginario collettivo del Bel Paese, del Kenya erano veramente pochi a conoscerne l’esistenza. Di un Kenya “attrattivo” dal punto di vista turistico, s’intenda… 😉

Ma poi a Malindi arriva lui, Briatore… superlusso, tanta gnocca e quel senso di “elitario” che tanto piace all’italiano medio. Ed allora anche l’italico compatriota comincia a sognare la vacanza in Africa. Tanto che da li a qualche anno il Kenya diventa un “must-have”, al pari dell’ultimo modello di smartphone.

Ma andiamo con calma e diamo a Cesare quel che è di Cesare. Il Kenya non è Briatore… ma uno dei paesi più belli al mondo, che racchiude insieme la bellezza del deserto e l’immensità dell’Oceano. Il Kenya è natura selvaggia ed incontaminata, savana e Grandi Laghi. Insomma tanta, tanta roba… altro che Briatore!

Leggi anche “Vuoi fare un viaggio nell’Africa più bella? Ecco perché dovresti visitare il Kenya!

Kenya, per una vacanza da sogno!
Kenya, per una vacanza da sogno! (photocredit: facebook.com)

Kenya: conosciamo meglio questa nazione

Lo Stato è posto esattamente sull’equatore, ed è compreso tra i Grandi Laghi e l’Oceano Indiano. Confina a nord con il Sudan e, oltre il deserto del Chalbi, con l’Etiopia. A ovest con l’Uganda, a sud con la Tanzania e ad est è delimitato dal confine con la Somalia e dall’Oceano Indiano. Anche dopo l’indipendenza, la lingua inglese è rimasta la lingua ufficiale. La religione più diffusa è quella protestante (40%), assieme alla cattolica (30%) e a una percentuale minore di musulmani. La moneta in uso è lo scellino del Kenya (sigla KES o Ksh) che è diviso in 100 centesimi. Come fuso orario, il Kenya si trova 2 ore più avanti rispetto all’ora solare italiana. La giornata è divisa esattamente in 12 ore di luce e 12 ore di buio, divise da un’alba brevissima e da un crepuscolo altrettanto breve.

Safari in Kenya
Safari in Kenya. (photocredit: facebook.com)

Kenya, come trascorrere una vacanza da sogno…

In questo articolo vogliamo raccontarvi di Watamu, un piccolo paese che vive sotto il distretto di Malindi e conta poco più di 2.000 abitanti. Il significato del suo nome è da ricercare nella lingua Swahili e significa letteralmente “gente dolce”. Si trova a ridosso della zona più meridionale della Riserva marina di Malindi, all’interno del Watamu Marine National Park, dove è possibile godere delle spiagge più belle ed incontaminate della zona.

Bellissime spiagge bianche e barriera corallina questo offre Watamu, con strutture alberghiere che sono state studiate per accontentare ogni tipologia di esigenza. Partendo da Watamu è possibile effettuare escursioni più o meno impegnative. Dalla foresta di mangrovie, alla visita dei villaggi adiacenti dove ammirare la cultura kenyota e le loro tipiche costruzioni.

I più avventurosi potranno optare per un safari, grazie alla vicinanza della savana keniota. Il parco più vicino è lo Tsawo est, che consentirà anche ai viaggiatori più esigenti, di vivere la savana keniota in modo del tutto confortevole.

kenya
Un viaggio in Kenya o, in questo caso a Watamu, non è soltanto una vacanza in un mare da sogno… (photocredit: facebook.com)

Cosa vedere a Watamu?

Basta passeggiare tra le vie della cittadina di Watamu già dalle prime ore del mattino per scoprire la vita e le abitudini degli abitanti indaffarati in ogni genere di attività. Per spostarvi dal vostro resort verso il paese potrete utilizzare un tuk tuk o un bajaj, una motocicletta che funge da taxi. Giunti al paese, inoltre, potrete ammirare moschee, le botteghe artigiane, il pozzo da cui attingere l’acqua, la pianta del chino nel cimitero musulmano e le bancarelle lungo la trafficata Watamu Beach Road. Questo è il luogo più frequentato sia di giorno che di notte nei numerosi locali notturni.

Un viaggio in Kenya o, in questo caso a Watamu, quindi, non è soltanto una vacanza in un mare da sogno, ma molto di più!



Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche: