Weekend

Arcipelago di Palau, un angolo di paradiso nell’Oceano Pacifico

La Repubblica di Palau è una delle nazioni più giovani del mondo ed è formata da oltre 300 verdissime isole, immerse nelle acque cristalline dell’Oceano Pacifico.

Arcipelago di Palau, un angolo di paradiso nell’Oceano Pacifico

Esistono luoghi nel mondo talmente belli da sembrare irreali, meravigliosamente unici, solo come Madre Natura sa fare. Oggi andiamo alla scoperta della Repubblica di Palau che, con oltre 300 isole che formano l’arcipelago di Palau, situato tra le Filippine e l’Oceano Pacifico. Sono appena 11 le isole abitate, per un totale di 20.000 abitanti.

Spiaggia di Palau (pixabay.com)

L’arcipelago è un paradiso per i viaggi di nozze degli asiatici, dal Giappone e dalla Corea del Sud soprattutto, e per gli appassionati di immersione: è il primo “santuario degli squali” e la pesca industriale è stata vietata. Inoltre, con il sole ricorda l’eden, con le sue 1500 specie di pesci, ben 700 varietà di corallo e oltre 30 laghi salati. Insomma, è una delle mete più quotate del mondo subacqueo.

Un viaggio a Palau, cosa vedere?

L’arcipelago di Palau è composto da sette isole maggiori e tantissime altre isolette circondate da un’estesa barriera corallina. La capitale è Ngerulmud ma la città più importante è Koror. L’isolotto principale ha un efficiente aeroporto internazionale con voli diretti da Guam, Taipei e Manila.

Questa meta è molto gettonata soprattutto per i viaggi di nozze. Infatti, gli sposi novelli amano il relax, il mare e la natura incontaminata ed il modo migliore per festeggiare le nozze è farlo in un posto fiabesco ed incantevole.

A Palau è possibile fare escursioni sott’acqua per ammirare i tantissimi colori dei pesci e dei coralli. D’obbligo è di certo un tour in elicottero, per ammirare dall’alto così tanta bellezza. Inoltre, fare snorkeling qui è come diventare protagonisti e partecipi dell’ecosistema. Si ha infatti la possibilità di osservare il fondo del mare nuotando in superficie.

Per spostarsi da un’isola all’altra è possibile noleggiare dei kayak. Mentre le isole più vicine sono collegate da ponti creati appositamente dall’uomo.

A koror vi è l’Etpison National Museum ed il Belau National Museum. A Peleliu invece è possibile vedere i vari relitti di guerra che sono rimasti intatti dalla Seconda Guerra Mondiale.

Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente! Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE

La tua opinione per noi è molto importante.
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici


Potrebbe interessarti anche:
Condividi

Ultimi articoli

Cammini sul mare in Italia da fare assolutamente

In Italia ci sono più di 8.000 km di coste con bellissimi percorsi da fare…

18 Gennaio 2023

Cosa vedere in Liguria

Cosa vedere in Liguria? Sono pressoché infinite le mete da raggiungere: in questa guida, vi…

16 Gennaio 2023

Il mondo di Banksy nel cuore della Capitale

A Roma presso la stazione Tiburtina, l'artista Banksy ci delizia con una mostra che racconta…

10 Gennaio 2023

Cosa vedere in Sila

Cosa vedere in Sila, un Parco Nazionale esteso oltre 150.000 ettari fra la provincia di…

30 Dicembre 2022

Vacanze di Natale a New York

È sempre una grande emozione trascorrere le vacanze di Natale a New York, è un’esperienza…

27 Dicembre 2022

Galleria Spada: tra dipinti barocchi e false prospettive

Per trascorrere una domenica all'insegna dell'arte e della cultura, vi suggerisco di andare a visitare…

7 Dicembre 2022