All’ingresso di una grotta dalle alte pareti, nei pressi di Genga, nelle Marche, sorge una meraviglia: il Tempio di Valadier. Scopri con noi come e perché bisogna visitarlo almeno una volta nella vita!

Il Tempio di Valadier – La storia

In una grotta dalle pareti particolarmente alte, situata nei pressi di Genga e delle Grotte di Frasassi nelle Marche, sorge una struttura affascinante, un tempio. Il Tempio di Valadier è una struttura fatta costruire da Papa Leone XII. Difatti, nel 1828, è stato eretto il tempio a suo nome, in onore delle origini del Papa, abitante della vicina Genga. Ma lo scopo reale non si fermava solo al mero riconoscimento, ma il tempio doveva essere, anche un rifugio per i cristiani che volevano chiedere il perdono.

È proprio per tale motivo che il Tempio di Valadier è conosciuto anche con il nome di rifugio dei peccatori. D’altronde, questo luogo già a partire dal X secolo era utilizzato come rifugio per diverso tempo dagli abitanti delle zone limitrofi alla grotta. Questo luogo è la zona ideale per evitare i furti e le barbarie che per secoli hanno pervaso la nostra penisola.

Tempio di Valadier
Tempio di Valadier, Marche (photocredit: pixabay.com)

Il Tempio di Valadier – La struttura architettonica

La struttura del tempio si snoda in una forma che appartiene allo stile neoclassico. Partendo da una base ottagonale si dirige verso le pareti della grotta, quasi a dare l’idea di immergersi nelle oscurità della grotta stessa. Il tetto della struttura è stato realizzato in piombo. All’interno della Chiesa è stata sistemata la statua di una Madonna con Bambino realizzata dalla bottega di Canova. Attualmente l’originale è stata trasferita al Museo di Genga mentre all’interno del tempio si può ammirare una copia perfetta.

Accanto al tempio Valadier sorge un antichissimo eremo scavato tra le rocce: Santa Maria infra Saxa. Le sue origini risalgono al 1029 e nacque come monastero di clausura di monache benedettine.

Per arrivate alla grotta occorre affrontare una bella passeggiata immersi nel verde. Sicuramente una visita al Tempio di Valadier è doverosa, dal momento in cui in questo luogo si cela il connubio perfetto tra la natura e la mano dell’uomo!

Come arrivare al Tempio di Valadier?

Per raggiungere al Tempio di Valadier bisogna seguire la strada che dalle Grotte di Frasassi porta a Genga. Ad un certo punto, sulla destra ci sono le indicazioni per il Santuario Madonna di Frasassi e la scritta “presepe vivente”. Conviene parcheggiare in questa zona. Per arrivare al tempio da qui c’è da percorrere una stradina ripida, un percorso di circa 1 km. La strada è percorribile con i passeggini ma si consiglia di portare con se dell’acqua e tutto ciò che può servire perché non ci sono punti di ristoro.

Eventi

Nel periodo natalizio, questo Luogo già meraviglioso di suo si trasforma in uno dei presepi viventi più bello delle Marche. Un evento che accoglie la natività di Gesù in più date e che si consigli assolutamente di vedere almeno una volta nella vita.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.