Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen: vacanze in Baviera tra laghi, montagne, città e castelli

Garmisch-Partenkirchen

La città di Garmisch-Partenkirchen si trova nella parte meridionale dell’Alta Baviera, vicino al confine con l’Austria, conosciuta soprattutto per aver ospitato le Olimpiadi invernali nel 1936 e i Mondiali di scii alpino nel 1978 e 2011, diventando così una tra le più rinomate località sciistiche d’Europa. Proprio in occasione delle olimpiadi invernali i due comuni di Garmisch e di Partenkirchen, prima divisi, si unirono.

Garmisch-Partenkirchen
Garmisch-Partenkirchen

Nonostante la grande affluenza invernale, questo splendido centro alpino merita una visita anche in primavera e in estate per godere di un paesaggio naturale incantevole che riempie gli occhi e per respirare aria pulita, caratteristica che la inserisce tra le 15 città della Germania per la qualità dell’aria. Inoltre la città dista solo pochi chilometri da due stupende città, Innsbruck e Monaco. Per gli amanti della montagna Garmisch è sicuramente una meta consigliata per i suoi bassi costi e la qualità dei servizi offerti, a differenza di mete italiane più gettonate, infatti è possibile affittare case vacanze a prezzi davvero modici. (www.ferienwohnungen-wittmann.de, Ferienwohnungen Stöckel)

Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen

La cittadina di Garmisch-Partenkirchen custodisce anche alcuni pregevoli monumenti, come le chiese in stile gotico con antiche vetrate e affreschi del XV secolo, o santuari in stile barocco come quello di St. Anton del ‘700. Le vie principali del centro sono caratterizzate dalle tipiche case alpine decorate con affreschi, detti Lüftlimalerei, con temi religiosi o agricoli, ornate poi da balconi stracolmi di fiori colorati. Tra queste vie è da segnalare la Ludwigstraße che attraversa Partenkirchen, e dove si trova l’antica locanda della Posta (oggi Atlas Grand Hotel), dove il re Ludwig II era solito fermarsi e far riposare i cavalli prima di intraprendere la lunga salita al suo chalet.
La città inoltre è ricca di ristorantini tipici e pittoreschi, dove poter gustare le specialità del posto; oppure si può optare per dell’ottimo cibo di casa in ristoranti ed enoteche che promuovo l’eccellente cucina e i buoni prodotti rigorosamente italiani. Consigliati sono il ristorante Pane e Vino, locale elegante e accogliente con la cura e l’attenzione per la vera cucina italiana; invece per un aperitivo in compagnia si consiglia la Vinoteca Salvte, dove musica e divertimento fanno da cornice ad un’ottima scelta di vini e buon cibo Made in Italy.

Sulla cima del monte Zugspitze

Il monte Zugspitze è il più alto della Germania, 2962 metri ed è raggiungibile in due modi: una funivia che parte dal lago Eibsee che in 10-15 minuti vi porterà in cima, e grazie alla quale potrete godere di un panorama mozzafiato. La seconda possibilità è un trenino che arriva alla stazione sciistica e poi da lì si sale su una funivia che in 4 minuti vi porterà a destinazione. Arrivati in cima troverete una location davvero confortevole infatti la Münchner Haus, offre un bistrò, un ristorante e un negozio di souvenir. Il fascino del monte è quello di una vista spettacolare che si può godere da una terrazza panoramica che, con il bel tempo, permette di vedere tutto l’arco alpino.

Il lago di Eibsee e lago Plansee

Il Lago di Eibsee è uno dei laghi più belli della Baviera e si trova a 1.000 m di altezza, a 10 minuti da Garmish Grubsee. Qui potrete ammirare il lago con una passeggiata di circa 8 km che gira tutto intorno la circonferenza dello specchio d’acqua. E’ inoltre possibile noleggiare barche e praticare la pesca tra maggio e ottobre.

Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen
Lago Plansee, Tirolo

Un altro lago che vale la pena visitare è il lago Plansee, questo però si trova in Tirolo è quindi necessario sconfinare per arrivarci ma dista pochissimi chilometri dal confine con la Germania. Si trova sull’autostrada federale austriaca B 179, che attraversa l’Ammersattel in Germania. Una tappa da non saltare se ci si trova nelle vicinanze del castello di Linderhof, nei pressi della cittadina di Oberammergau nella Baviera.

Il trampolino panoramico Alpspix

Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen
Terrazza panoramica Alpspix. photo credit: urlaubsziele.com

La piattaforma è lunga 25 metri ed è stata costruita al lato all’Alpspitze, una delle più alte montagne dell’area, con i suoi 2625 metri. Questo trampolino sospeso nel vuoto a più di 1000 metri di altezza, è dotato di una parete di vetro che assicurerà viste mozzafiato sull’intera vallata.

Gole Partnachklamm

Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen

Tra le attrattive più affascinanti di Garmisch c’è senza dubbio l’escursione alla gola di Partnach (Partnachklamm). Potrete attraversare la gola lungo un percorso largo un paio di metri che costeggia tutta la parete rocciosa e segue il corso del torrente che irrompe tra le rocce. Lo spettacolo che vi troverete davanti è davvero molto suggestivo e vi porterà a stretto contatto con la natura!

I Castelli di re Ludwig II

La Baviera è il luogo ideale per lasciarsi trasportare nel mondo magico delle fiabe e questo perché i paesaggi del luogo ospitano dei castelli meravigliosi, voluti dall’eccentrico Re Ludwig II. Il più famoso è senza dubbio il castello di Neuschwanstein, divenuto iconico per essere stato riprodotto a Disneyland. C’è il castello di Hohenschwangau, dove il re trascorse la sua infanzia, e il castello di Linderhof, il più piccolo dei castelli ma anche l’unico ad essere stato completato. E’ un trionfo dello stile barocco, ricco di dettagli architettonici unici come la grotta costruita esplicitamente per la rappresentazione delle opere liriche di Wagner, ascoltate dal re in assoluta solitudine. Infine il castello Herrenchiemsee, situato sull’omonima isola del lago Chiemsee. Sarebbe dovuto essere la fedele riproduzione di Versailles, il re riuscì anche a superare la sfarzosità francese, ma alla sua morte era stato portato a compimento solo l’asse centrale con i suoi grandiosi giochi d’acqua.

Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen
Castello di Linderhof

Museo all’aperto di Glentleiten

Il museo a cielo aperto di Glentleiten è il più grande museo all’aperto del sud della Baviera. Sono stati ricostruiti più di 60 edifici nella loro forma originale, con tanto di arredi, all’interno di un paesaggio culturale che riprende i modelli storici. La ricostruzione è molto fedele e si potrà rivivere la storia della popolazione bavarese attraverso l’architettura, i lavori antichi e le abitudini della vita rurale del tempo.

Città da visitare vicino Garmisch-Partenkirchen

Partendo dalla nota località sciistica della Baviera si possono visitare numerose città, così da poter aggiungere alla vacanza non solo montagna, laghi e castelli, ma anche cultura e arte delle bellissime cittadine circostanti.
Vediamo quali sono le città da visitare vicino a Garmisch-Partenkirchen:

  • Monaco: non ha bisogno di presentazioni la capitale della Baviera, conosciuta per l’annuale Fetsa della Birra Oktoberfest
  • Salisburgo: una città austriaca al confine con la Germania, Patrimonio Unesco, conosciuta nel mondo per la sua architettura barocca italianeggiante, e perché diede i natali a Wolfgang Amadeus Mozart.
  • Innsbruck: deliziosa città del Tirolo Settentrionale, nonché capitale della regione storica nota con il nome di Principesca Contea del Tirolo.
  • Ratisbona: centro storico molto caratteristico (patrimonio dell’Unesco) con la sua maestosa cattedrale gotica.
  • Augusta: venne fondata nel 15 a.C. durante il regno dell’imperatore Augusto, ed è una delle città tedesche più antiche della Germania.
  • Norimberga: grande centro economico e culturale della Franconia
  • Coburgo: il suggestivo centro storico ospita la Fortezza Veste, uno dei castelli bavaresi più grandi e meglio conservati.
  • Mittenwald: è famosa per le sue case affrescate e perché è un rinomato centro per la produzione di violini artigianali e strumenti musicali.
  • Oberammergau: si trova a pochissimi chilometri dal castello di Linderhof con bellissime case dipinte, tipiche bavaresi.

Potrebbe interessarti anche:


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.