Matera ed i suoi Sassi sono patrimonio dell’Unesco e testimoni della storia. I sassi sono l’esempio di come erano le abitazioni e di come si sono evoluti nel corso della storia. Ed oggi in uno di questi monumenti storici ecco l’Enoteca in un Sasso.

Matera e i suoi Sassi

I Sassi di Matera - Patrimonio Unesco da gustare
Matera è una città tra le più antiche al mondo. Il suo territorio custodisce testimonianze di insediamenti umani dal Paleolitico ai giorni nostri. Foto da web

I Sassi di Matera sono l’esempio di come si viveva in un tempo apparentemente molto lontano. Ma queste abitazioni sono state sfollate non più di mezzo secolo fa. Infatti, a metà degli anni ’50, date le precarie condizioni igieniche in cui vivevano gli abitanti dei sassi, furono sfollati. Queste soluzioni ospitavano non solo le persone, ma anche i loro animali, e non parliamo di cani, gatti o pappagalli. Nel 1986, poi è iniziata un’opera di recupero che ha permesso di ripristinare le abitazioni nei Sassi destinandole ad altri usi. Questi lavori hanno consentito di recuperare anche l’importanza storica che i Sassi di Matera stanno a rappresentare, ovvero il luogo in cui l’uomo per diversi millenni ha vissuto in totale contatto con la natura. Per questo motivo, dal 1993, i Sassi di Matera sono stati iscritti nella lista dei patrimoni dell’umanità dall’Unesco. I sassi dimostrano come un tempo lontano il mondo fosse in un certo senso capovolto. Gli abitanti vivevano in case scavate nelle viscere della terra, avevano già allora dei giardini pensili sui tetti delle abitazioni. In questi “spazi verdi” venivano sepolti i morti. In questi luoghi infatti esiste in detto: “in Matera li morti stanno sopra li vivi”.

L’Enoteca in un Sasso

L’Enoteca in un Sasso
L’idea innovativa di un imprenditore che fonde storia e passione per il vino: l’Enoteca in un Sasso (http://www.vanillamagazine.it)

Oggi, in un binomio perfetto tra antico e moderno, sorge un’Enoteca particolare. Un luogo in cui si fondono alla perfezione la cultura e le usanze passate con un ambiente moderno e all’avanguardia, è stata allestita una meravigliosa Enoteca. Si tratta del risultato ottenuto dall’idea di un giovane imprenditore del Veneto e grande estimatore di vini: Gian Paolo Buziol. Per realizzare questo progetto sono serviti i pareri di diversi esperti architetti. All’interno dell’Enoteca fa da padrona la roccia: dai soffitti, alle pareti, fino a dei gradoni che verranno utilizzati come espositori o spazi per far accomodare i clienti. Gli interni, gli accessori e gli infissi legano l’un l’altro in completa armonia. Dai colori della roccia alla monocromia dei materiali primeggia la natura: si va dalle tonalità marroni al verde di inserti e luci. In riferimento al luogo di nascita del proprietario, vi sono dei maestosi lampadari veneziani.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Deborah Farinon
In volo sulle ali della mia fantasia! Così mi descrivo sin da quando sono una bambina, perché così è come mi sento: sono curiosa e adoro farmi stupire continuamente da ciò che mi circonda, amo la natura, le sfide, la creatività. Tutto questo mi ha permesso di diventare la persona che oggi sono e fare il lavoro dei miei sogni: l’educatrice! Non si deve mai aver paura di mettersi in gioco!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here